Elezioni

Primarie 2015 al vetriolo, Burlando: «Polemiche sterili»

Il presidente della Regione Liguria è intervenuto mercoledì mattina sulla recente polemica tra Sergio Cofferati e Raffaella Paita per le imminenti elezioni: «Ognuno si schieri per chi vuole»

Si scaldano gli animi in vista delle imminenti Primarie liguri del Pd, fissate per domenica 11 gennaio: questa mattina il presidente della Regione Claudio Burlando, a margine del tradizionale incontro di inizio anno con il cardinale Angelo Bagnasco, ha definito “polemiche sterili” quelle nate in seno al suo partito nei giorni scorsi.

A gettare benzina sul fuoco era stato lo scorso 5 gennaio Sergio Cofferati, che aveva denunciato «un tentativo di portare a votare esponenti del centrodestra, non per scegliere la persona, ma lo schieramento politico. Io non lo accetto e chiedo che il partito a livello regionale e nazionale si esprima su questo. Se si vuole per la Liguria un governo di larghe intese lo si dica, io non ci sto. Così si snaturano le primarie», aveva ribadito via Facebook, riferendosi in particolare ad Alessio Saso del Ncd e a Franco Orsi, sindaco di Albisola ed ex senatore di Forza Italia, intervenuti in favore di Raffaella Paita.

«Saso e Orsi non sono elettori del centrodestra che hanno cambiato idea, sono dirigenti di partiti del centrodestra che indicano un modello di alleanza per il governo della Regione. Serve chiarezza e un giudizio del partito su quanto sta accadendo, perché così si sceglie la coalizione, non il candidato governatore. Chiedo parole chiare, sia dal Pd che dalla Paita», aveva concluso Cofferati.

Immediata la replica dell’avversaria, che sempre su Facebook ha chiarito in un lungo post che «se cittadini e politici che in passato non ci hanno votato ora vogliono votarci per il lavoro fatto in questi cinque anni e per il lavoro fatto dal governo nazionale, noi non dovremmo evitarli», puntualizzando su Ncd che «il perimetro della coalizione dell'area popolare sarà deciso dal Pd e non da me» e su Orsi che “si tratta di un esponente che prima militava nel centrodestra e oggi non ha alcuna tessera di partito, che alle europee ha votato PD e che abbia contribuito all'elezione in Europa della civatiana Briano. E quindi Sergio Cofferati dovrebbe spiegare perché ritiene normale che Orsi abbia votato Renata Briano alle elezioni europee e non possa votare Paita alle primarie Pd».

«Il momento non è dei più esaltanti per la politica, e ci abbiamo messo del nostro - ha detto in proposito il governatore Burlando - Ci siamo sempre lamentati quando scappavano gli elettori e ora ci lamentiamo perché ne vengono di nuovi? Se un elettore o un cittadino, ma anche un amministratore, si è convinto che abbiamo fatto un buon lavoro e per questo viene a votare per noi è un fatto positivo. Spero che vengano elettori storici ed elettori nuovi. Ognuno si schieri per chi vuole, e dal 12 chi ha vinto è il candidato di tutti, perché con le primarie si fa così».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie 2015 al vetriolo, Burlando: «Polemiche sterili»

GenovaToday è in caricamento