rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Elezioni

Politiche 2022: la mappa del trionfo del centrodestra, Pastorino evita il cappotto

L'analisi del voto nei Comuni della città metropolitana di Genova per quello che riguarda i collegi uninominali di Camera e Senato: eletti per il centrodestra Bagnasco, Berrino, Cavo, Pucciarelli e Rixi

Elezioni politiche 2022. L'onda blu travolge l'Italia, ma anche la Liguria e i Comuni della città metropolitana (la vecchia provincia) di Genova dove il centrodestra fa il pieno di voti, finisce 5-1 la partita nei collegi uninominali con Luca Pastorino che evita il cappotto al centrosinistra battendo al fotofinish Sandro Biasotti (36,04%-35,42% le percentuali, circa 1.200 i voti di differenza tra i due). Tornerà alla Camera. Con lui ci saranno tre deputati del centrodestra: Edoardo Rixi che ha doppiato Marina Lombardi (50,16%-25,04% le percentuali, 98.296 voti contro 49.066), Ilaria Cavo che ha superato sul filo di lana Katia Piccardo con una differenza di meno di cinquemila voti (37,49%-34,30%) e Roberto Bagnasco che ha staccato di circa 30mila voti Daniele Montebello (44,49%-28,67%).

Elezioni politiche 2022: gli eletti in Liguria

Doppia vittoria al Senato, infine, per i candidati del centrodestra con Gianni Berrino che ha travolto Sandra Zampa 154.651 voti contro 98.129, percentuali pari al 44,93% e 28,51%) e Stefania Pucciarelli che si è imposta su Guido Melley con oltre trentamila voti di differenza e una percentuale del 40,02% contro il 31,84 del secondo classificato. A questo link tutti gli eletti e la situazione anche per quello che riguarda i collegi plurinominali.

Politiche 2022: la mappa del voto a Genova e provincia

Abbiamo analizzato i voti in tutti i Comuni di Genova e provincia nei cinque dei sei collegi che hanno coinvolto la città metropolitana di Genova per capire il trend e scoprire dove il centrosinistra ha retto e dove, invece, si è imposto il centrodestra. Non abbiamo preso in cosiderazione il collegio 1 della Camera dove è stato eletto con ampio vantaggio Edoardo Rixi del centrodestra (50,16%), non erano però coinvolti comuni della provincia di Genova, ma quelli di Savona e Imperia.

Camera, collegio 2: eletta Ilaria Cavo

Testa a testa fino alla fine, poi esulta l'assessore regionale Ilaria Cavo che conquista 55.485 voti contro i 50.756 della sindaca di Rossiglione Katia Piccardo e si aggiudica il seggio in Parlamento. 

Katia Piccardo vince a Genova con circa 1.800 voti di vantaggio e una percentuale del 35,96% e si impone anche nella roccaforte di Rossiglione (55,43% contro il 28,29 di Cavo, 776 voti a 396, il distacco più ampio in favore della candidata del centrosinistra), a Campo Ligure, a MasoneMele e Sant'Olcese. In tutti gli altri Comuni del genovesato Ilaria Cavo vince e consolida il suo seggio. Il Comune dove si registra il maggior distacco è quello di Vobbia dove Ilaria Cavo conquista il 55,78% dei voti contro il 20,10% di Katia Piccardo. Per l'assessore Cavo ottimi risultati (oltre il 45%) anche a Busalla, Casella, Ronco Scrivia e Savignone

Camera, collegio 3: Luca Pastorino evita il cappotto

Altro testa a testa che, questa volta, premia il candidato del centrosinistra Luca Pastorino. Manca ancora il dato di un seggio, ma con il 36,04% il sindaco di Bogliasco supera Sandro Biasotti che si ferma al 35,42%, una differenza di circa 1.300 voti tra i due. Pochi collegi, ma decisivi, per Pastorino che vince la partita a Genova (69.630 voti contro i 67.779 dello sfidante) con una percentuale del 36,11% e porta a casa la roccaforte di Bogliasco ( 47,19%, 1.208 voti contro gli 858 di Biasotti che valgono il 33,52) oltre ai Comuni di Pieve Ligure e Propata. Gli altri del genovesato vanno a Biasotti, ma non basta per ribaltare il risultato. Il Comune della città metropolitana di Genova dove si registra il maggior distacco in favore di Sandro Biasotti è quello di Fascia (72,22% contro il 19,44% di Pastorino, in soldoni sono 19 voti, 26 a 7 il dato reale), buoni risultati anche a Lumarzo e Torriglia dove supera il 50% e a Montebruno dove arriva al 57,41%. Al contrario, come detto, è ovviamente Bogliasco la roccaforte del candidato del centrosinistra.

Camera, collegio 4: Roberto Bagnasco trionfa

Roberto Bagnasco (centrodestra) stravince la battaglia nel collegio tra Tigullio e levante conquistando 83.052 voti pari al 44,49%, staccato Daniele Montebello del centrosinistra che si ferma al 28,67% pari a 53.510 voti. Per quello che riguarda i Comuni della provincia di Genova Bagnasco non lascia nemmeno le briciole allo sfidante e si impone ovunque. Montebello che ottiene i migliori risultati a Sestri Levante (33,95 contro il 36,79 di Bagnasco, una differenza di circa 500 voti) Camogli (31,78 contro il 40,45), Recco (29,06 contro il 45,90). I risultati migliori, in termini percentuali per Bagnasco sono a Santo Stefano d'Aveto (73,80%, 338 voti a 76), Rezzoaglio (72,25% contro il 22,27 di Daniele Montebello, in termini numerici sono 276 voti contro i 50 del rivale) e Portofino (69,23% contro 13,46%). Buoni anche i dati a Borzonasca, Avegno, Cicagna, Coreglia, Favale di Malvaro, Lorsica, Mezzanego, Moconesi, Ne, Orero, San Colombano, Rapallo e Santa Margherita Ligure. 

Senato, collegio Liguria 1: stravince Gianni Berrino 

L'assessore regionale Gianni Berrino stravince nel collegio Liguria 1 conquistando 154.651 voti contro i 98.129 della sfidante Sandra Zampa, esponente nazionale del Pd candidata sia nella sua regione (l'Emilia Romagna) che in Liguria. Si ferma a 98.129 voti e a una percentuale del 28,51%. Per quello che riguarda i Comuni riesce a conquistare le sezioni di Genova con il 35,62% contro il 33,33% dell'esponente del centrodestra (27.519 voti a 25.748) e si impone anche a Masone, Mele, Rossiglione e Sant'Olcese andando a rimorchio di Katia Piccardo, a Campo Ligure però perde, anche se solo di 27 voti. In tutti gli altri Comuni della città metropolitana la vittoria va a Berrino che ottiene il miglior risultato in termini percentuali a Vobbia con il 55,61% contro il 18,88 della sfidante. In termini numerici 109 a 37. Ottimi risultati anche a Tiglieto, dove supera il 50% e a Busalla, Casella, Montoggio, Ronco Scrivia e Savignone dove supera il 45%.

Senato, collegio Liguria 2: eletta Stefania Pucciarelli

Stefania Pucciarelli, esponente della Lega e sottosegretaria al Ministero della Difesa è eletta nel collegio Liguria 2. Mancano i dati di due sezioni, ma il dato è consolidato con il 40,02% contro il 31,84% di del candidato del centrosinistra Guido Melley. In termini numerici, in attesa dei pochi voti mancanti, si tratta di una differenza di quasi 32mila. Analizzando i singoli Comuni Melley segue il trend di Pastorino alla Camera vincendo a Bogliasco, Genova, Pieve Ligure e Propata, il dato migliore lo ottiene a Bogliasco con il 38,02%. In tutti gli altri Comuni della città metropolitana vince invece Pucciarelli, il distacco migliore in termini percentuali è quello di Fascia: 73,68% contro il 13,16% di Melley, in termini numerici sono 28 voti a 5 in un territorio molto piccolo, risultat simile a Santo Stefano d'Aveto con il 73,04%. Vittorie ampie anche ad Avegno, Borzonasca, Carasco, Cicagna, Coreglia, Favale di Malvaro, Gorreto, Leivi, Lumarzo, Mezzanego, Moconesi, Moneglia, Montebruno, Ne, Orero, Portofino, Rapallo, Rezzoaglio, San Colombano e Torriglia. Tutti oltre il 50%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politiche 2022: la mappa del trionfo del centrodestra, Pastorino evita il cappotto

GenovaToday è in caricamento