rotate-mobile
Elezioni

Elezioni politiche 2022, seggi aperti fino alle 23: la diretta

È arrivato il momento di eleggere il nuovo Parlamento. Per la prima volta i diciottenni potranno votare anche per il Senato. A Genova sono 440.401 le persone chiamate a esprimere il loro voto

Alle 7 si sono aperi i seggi per le elezioni politiche. Si può esprimere la propria preferenza fino alle ore 23. Poderosa la macchina organizzativa messa in moto dal Comune di Genova. Dalla Corte d’Appello sono stati nominati 669 presidenti di seggio (di cui 16 per i seggi speciali), 2.644 invece gli scrutatori, per evitare il caos delle amministrative è stato predisposto anche un corso di formazione. Inoltre sono stati individuati 166 addetti al plesso e 90 tra telefonisti, informatici e personale addetto a fornire consulenza ai seggi. Ecco tutte le informazioni utili: come si vota, dove, come richiedere il duplicato della tessera elettorale, come possono votare le fasce deboli e i positivi al covid.

Elezioni politiche 2022, i primi exit poll

I primi exit poll Swg: Fratelli d'Italia primo partito, tutti le forbici.

Fratelli d'Italia 25% (23-27 %)
Pd 20% (18-22%)
M5s 15,5% (13.5-17.5%)
Lega 11.5% (9.5-13.5%)
Forza Italia 7% (6-8%)
Azione Italia Viva 7% (6-8%)
Verdi-Sinistra 3,5% (3-4%)
+Europa 2,5% (2-3%)
ItalExit 2,5% (2-3%)
Noi Moderati 1,5%
Unione Popolare 1%
Impegno Civico 1%

Elezioni politiche 2022, il dato definitivo sull'affluenza 

Il dato nazionale sull'affluenza con 6.737 sezioni su 7.904 è del 63,99%, molto più basso di quello del 2018, pari al 76,50%.

Elezioni politiche 2022, l'affluenza alle ore 19

Affluenza in calo in Italia, ma anche a Genova e in Liguria dove, alle ore 19, hanno votato rispettivamente il 53,45% e il 53,41%, alle politiche del 2018 i due dati si stanziavano al 61,05% e al 61,22%. Il dato nazionale è al 51,04% con 7.879 sezioni su 7.904, nel 2018 era al 58,75%.

Manifesti sbagliati in alcuni seggi del centro storico

Problemi in alcuni seggi del centro storico dove sono comparsi manifesti sbagliati all'interno dei seggi, alla base dell'errore lo scambio dei candidati del collegio Liguria 2 con quelli del collegio Liguria 3. Le schede erano, invece, corrette. I manifesti sono stato poi sostituiti.

Cos'è il tagliando antifrode, lunghe file in alcuni seggi

Operazioni di voto rallentate, con lunghe file, in diversi seggi genovesi. Tra i responsabili anche il tagliando antifrode, un’appendice cartacea già presente alle Politiche del 2018 che serve a evitare brogli e scambi di schede, in alcuni seggi la procedura ha rallentato le operazioni di voto. 

Code elezioni politiche 2022 Arenzano-3

Elezioni politiche 2022, l'affluenza alle ore 12

Sono usciti alle ore 12 i primi dati ufficiali sull'affluenza. Il primo dato definitivo, per quello che riguarda la Liguria, è quello della provincia di La Spezia dove hanno votato il 21,40% degli aventi diritto. Definitivo anche il dato di Savona con una percentuale di votanti del 22,64% (la più alta della Liguria). Segue in ordine di tempo Imperia con il 20.90%. A Genova alle ore 13 manca ancora il dato di un seggio, con 233 sezioni su 234 il dato si attesta al 21,96%. Complessivamente in Liguria siamo quindi al 21,86%. Dati confermati con l'arrivo del seggio mancante poco prima delle 13:30.

I politici liguri e genovesi al voto

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha votato di prima mattina e ha commentato: "Chi non vota fa decidere gli altri. C’è tempo fino alle 23 per esercitare il nostro diritto a scegliere da chi essere rappresentati in Parlamento. Io l’ho già fatto. Buon voto a tutti". Molto mattiniero anche il consigliere comunale Luca Pirondini, candidato al Senato per il Movimento 5 Stelle, che ha postato una foto all'alba commentando: "Sono stato il primo a votare nel mio seggio".

Anche Luca Pastorino, sindaco di Bogliasco e candidato per il centrosinistra nel collegio uninominale 3 ha espresso il proprio voto in mattinata, così come il sindaco di Rapallo Carlo Bagnasco. Il deputato uscente Edoardo Rixi, ricandidato alla Camera per il centrodestra in quota Lega, ha dichiarato dopo il voto a Genova: "Il voto è un dovere civico, una conquista della democrazia. Esercitarlo è un diritto, ma anche un dovere nei confronti della comunità. Siamo padroni del nostro destino. Chi non sceglie, poi non si lamenti".

Tornando al centrosinistra ecco la candidata alla Camera e sindaca di Rossiglione Katia Piccardo che, sorridente, afferma: "Sono i sorrisi della mia gente incontrata mentre mi avvio, come ad ogni chiamata alle urne, verso il seggio, a darmi la forza più grande. Andiamo a votare: è il diritto dovere più prezioso per la democrazia".

I politici al voto in Liguria. Foto

Elezioni politiche 2022 | Quando si vota

Le votazioni si svolgeranno nella sola giornata di domenica, dalle ore 7 alle 23. Per la prima volta gli elettori diciottenni potranno votare anche per il Senato, essendo stata abrogata la norma che impediva il voto per questo ramo del Parlamento ai minori di 25 anni. Sono 300 i cittadini genovesi temporaneamente residenti fuori dal territorio nazionale che hanno fatto richiesta di voto per corrispondenza.Circa 38.000 i cittadini iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero che potranno votare per corrispondenza alle elezioni del Parlamento per i candidati della Circoscrizione Estero. I primi dati sull'affluenza vengono resi alle ore 12; poi ancora alle 19 e infine alle 23 arriverà il dato definitivo sull'affluenza. 

Cosa serve per votare

L’elettore dovrà presentarsi al proprio seggio munito della tessera elettorale e di un documento di riconoscimento.

Elezioni politiche 2022 | Come si vota

Il presidente del seggio consegna all’elettore due schede, una per la Camera ed una per il Senato. I modelli delle due schede sono identici. Le schede (qui il fac simile) riportano il nome del candidato nel collegio uninominale e il contrassegno di ciascuna lista o i contrassegni delle liste in coalizione ad esso collegate A fianco dei contrassegni delle liste sono stampati i nominativi dei relativi candidati nel collegio plurinominale.

Il voto si esprime tracciando un segno sul nome del candidato nel collegio uninominale e sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto così espresso vale ai fini dell’elezione del candidato nel collegio uninominale e a favore della lista nel collegio plurinominale.

Se il segno è tracciato solo sul contrassegno della lista il voto è valido anche per il candidato nel collegio uninominale ad essa collegato.

Se il segno è tracciato solo sul nome del candidato nel collegio uninominale, il voto è comunque valido anche per la lista collegata. In presenza di più liste collegate in coalizione, il voto è ripartito tra le liste della coalizione, in proporzione ai voti ottenuti da ciascuna lista in tutte le sezioni del collegio uninominale.

Quando il voto è nullo 

Se l’elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non sia collegato, il voto è nullo, in quanto per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica non è previsto il voto disgiunto.

Scrutinio e risultati 

Al termine delle votazioni, dopo le ore 23 inizierà lo scrutinio delle schede. I risultati definitivi si avranno solo dopo qualche ora, preceduti, come di consueto, dai primi exit poll e proiezioni.

Come fare il duplicato della tessera elettorale

Qualora nella tessera elettorale fossero esauriti gli spazi, o in caso di smarrimento o furto, l’elettore potrà, procurarsi una nuova tessera recandosi presso l’Ufficio Elettorale di Corso Torino 11 o presso un ufficio anagrafico municipale.

L’Ufficio Elettorale di corso Torino 11 osserverà un prolungato orario di servizio al pubblico: venerdì 23 e sabato 24 settembre dalle ore 8.10 alle 18, domenica 25 settembre dalle ore 7 alle 23.

L’elettore potrà rivolgersi agli uffici municipali nei seguenti orari: sabato 24 settembre dalle ore 8.10 alle 12.30, domenica 25 settembre dalle ore 7 alle ore 23. Ecco l'elenco, municipio per municipio. 

  • Centro Est: piazza Santa Fede, 6
  • Centro Ovest: via Sampierdarena, 34
  • Bassa Valbisagno: piazza Manzoni, 1
  • Media Valbisagno: piazza Dell’Olmo, 3
  • Vapolcevera: piazza Durazzo Pallavicini, 6 a - via Guido Poli,12
  • Medio Ponente: via Sestri, 34 - viale Narisano,14
  • Ponente: via Ignazio Pallavicini, 5 - piazza Giuseppe Bignami, 4 - piazza Sebastiano Gaggero, 2
  • Medio Levante: corso Torino, 11
  • Levante: piazza Ippolito Nievo, 1

Elezioni politiche, come fare a votare se positivi al coronavirus

Sono 4.714 le persone attualmente positive a Genova (secondo i dati ufficiali del 21 settembre) che domenica 25 settembre hanno il diritto di esercitare il loro voto alle elezioni politiche 2022. L'unica soluzione per i positivi al covid è richiedere di votare da casa ma la procedura non è semplicissima: a questo link tutte le informazioni utili.

Mascherina e misure anti covid

  • Ciascun elettore deve rispettare le regole basilari di prevenzione (evitare di recarsi al seggio in caso di temperatura corporea superiore a 37.5°C).
  • Nelle strutture con più di cinque seggi, per evitare la formazione di assembramenti, gli elettori potranno sostare nelle aree di attesa esterne presenti.
  • Prima del voto gli elettori dovranno igienizzare le mani, utilizzando i gel a disposizione: l’uso delle mascherine chirurgiche per gli elettori non è obbligatorio ma fortemente raccomandato.
  • La mascherina non è obbligatoria. L’elettore che la indossi dovrà abbassarla a distanza non inferiore a un metro, per il tempo strettamente necessario a consentire il riconoscimento.
  • Le schede dovranno essere consegnate al presidente di seggio che provvederà, dopo aver staccato il tagliando antifrode, a collocarle all’interno delle urne.
  • Sono previste periodiche pulizie di seggi e locali utilizzati.

Quante persone votano a Genova

Sono 440.401 gli elettori a Genova (205.228 uomini e 235.173 donne), 14.503 in meno rispetto alle elezioni politiche del 2018. Di questo numero fanno parte anche i 101 (20 in più rispetto al 2018) elettori residenti all'estero che voteranno a Genova per opzione scelta dall'elettore o per mancanza di intesa tra Stati sul voto per corrispondenza.

I genovesi all'estero che invece voteranno per corrispondenza sono 37.954, 5.172 in più del 2018, a questi si aggiungono 300 elettori temporaneamente all'estero. 

Voteranno per la prima volta 1.276 elettori, 315 i centenari (45 uomini e 270 donne), 462 gli elettori di origine straniera che hanno acquisito la cittadinanza dalle ultime elezioni amministrative del giugno 2022 a oggi; 1.541 invece quelli che hanno preso residenza a Genova nello stesso periodo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche 2022, seggi aperti fino alle 23: la diretta

GenovaToday è in caricamento