Giovedì, 18 Luglio 2024
Elezioni Comunali 2012

Primarie Genova, Vincenzi: sfogo senza freni su Twitter

La sindaco uscente commenta sul social network la vittoria di Marco Doria. Punta il dito contro il proprio partito, gli intellettuali e i maschilisti. Poi si rammarica che da maggio nessuna grande città avrà sindaco donna

Una sconfitta non fa mai piacere. Per di più se inattesa. A giudicare dalla reazione di Marta Vincenzi alla vittoria di Marco Doria alle primarie del centrosinistra a Genova, la sindaco proprio non si aspettava di essere surclassata. La Vincenzi se la prende prevalentemente con il suo partito, il pd. Lo sfogo è andato in onda sulle pagine di Twitter.

Per quanto riguarda il suo partito, la Vincenzi scrive: ''Nessuno ha digerito il PD. Bravi tutti'. E ancora: 'Non sono riuscita ad essere discontinua sino in fondo. Speravo che il PD mi digerisse elaborando il lutto del 2007. Non è successo'. E poi: 'Ho provato a tenere insieme una maggioranza impossibile. Quando si tradisce la propria natura non si convince e la discontinuità non funziona'; 'Il mio errore è stato questo. Ho persino cercato di nobilitare la guerra che mi hanno fatto dipingendo le primarie come utili'; 'Nell'agitarsi dei gruppi di potere dentro e a fianco del PD. Dovevo dargli una mazzata subito invece di aspettare che si rassegnassero'. Un twit riguarda la cultura: 'La cultura, mi raccomando! I nostri intellettuali, i loro giovani studenti, le firme dei giornalisti, la buona borghesia!'.

Sul tema delle donne: 'A proposito, chissà dove sarebbe stato Don Gallo al tempo di IPAZIA?'; 'Perbacco, questa donna non ci ha capiti. Si è ostinata a dirci che stavamo morendo. Invece eccoci qua'; 'Del resto una donna cosa n'e capisce? Penserà mica di essere meglio degli amministrativisti che l'hanno preceduta'. E ancora: 'Se una donna ti fa pagare il parcheggio dell'auto in doppia fila a cui non rinunci è davvero una megera!'; 'Sono come delle lavandaie che litigano. Volgari. Se un uomo va in bicicletta e non dice niente è così carino!'; 'Le donne che scendono in piazza fanno piazzate'. 'Se un uomo si incatenerà per Fincantieri sarà un gesto maschio ed eroico. È sgradevole vedere una donna che scende in piazza'. 'Vuoi mettere come è rassicurante e linguisticamente corretto avere un sindaco!'; 'Almeno è finito il tormentone linguistico! Si torni all'antico: sindaca, sindachessa, la sindaco... Che orrore!'; 'Da maggio non ci sarà più un sindaco donna in nessuna grande città italiana né di destra né di sinistra'. 'Comunque a IPAZIA è andata peggio. Oggi le donne riescono a non farsi uccidere quando perdono'. Altre considerazioni riguardano l'amministrazione della città: 'Basta con sta fissa delle infrastrutture, di Smart cities. Vuoi mettere come è meglio parlare di beni comuni? Specie se benedice Don Gallo';  'Ma con qualche assessorato si risolverà tutto, vedrai' (Adnkronos).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Genova, Vincenzi: sfogo senza freni su Twitter
GenovaToday è in caricamento