menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ballottaggio Doria-Musso: l'appello agli elettori dei candidati sindaco

A pochi giorni dal secondo turno per le elezioni comunali di Genova 2012, i due professori di economia cercano gli ultimi consensi durante un faccia a faccia in tv. Musso si propone come la svolta e Doria ribatte: «Sono io il candidato nuovo»

Genova - Ormai i giochi si stanno per chiudere per cui tutto, o quasi, pare lecito. Dopo molti anni le elezioni comunali di Genova non si sono risolte al primo turno. Al ballottaggio domenica 20 e lunedì 21 maggio 2012, come ormai noto, si sfidano Marco Doria per il centrosinistra ed Enrico Musso per il terzo polo.

Oggi, giovedì 17 maggio 2012, i due sfidanti non si sono risparmiati frecciatine durante il faccia a faccia all'interno della Tribuna elettorale regionale in diretta su Rai 3 alle 10. Entrambi hanno sfruttato l'occasione per rivolgere un appello agli elettori.

«Per la prima volta dopo tantissimi anni i genovesi potranno scegliere il sindaco con un turno di ballottaggio, cosa abbastanza rara a Genova - afferma Musso - una città in forte crisi, dal punto di vista del lavoro, dell'economia, dei servizi pubblici, con un bilancio del Comune nemmeno approvato perché l'ente è sull'orlo del dissesto».

«Genova ha la possibilità di scegliere come sindaco una persona che non è stata candidata cinque anni fa, e che non sta in Senato - replica Doria - ma è stata scelta come candidato dalle primarie dei cittadini genovesi, e che si candida per un centrosinistra con dei valori di fondo».

«Fra un'amministrazione che ha governato in questi anni con Marta Vincenzi e che oggi si candida a continuare con Marco Doria, e una possibile alternativa rappresentata da me - sottolinea Musso - credo che sia l'occasione di provare un cambiamento, vorrei mettere in sicurezza le finanze del Comune eliminando gli sprechi, migliorare la qualità dei servizi pubblici e soprattutto costruire le condizioni affinché Genova torni a crescere, a dare lavoro ai giovani e non solo a loro».

«Il centrosinistra è impegnato, a cominciare da una candidatura nuova, in uno sforzo di rinnovamento - evidenzia Doria - per realizzare un programma basato su alcuni punti fermi: il lavoro, inteso come crescita dell'occupazione e tutela dei diritti di chi lavora, un lavoro che dev'essere compatibile con l'ambiente. L'ambiente è da tutelare, è fragile, è stato ferito più volte, qualunque scelta di sviluppo dev'essere fatta tenendo conto delle compatibilità ambientali. E ancora: rigore nei conti pubblici, ma difesa dei servizi pubblici di cui c'è un disperato bisogno in un momento di crisi».


Chi si sarà giocato meglio le sue carte? Lunedì 21 maggio 2012 alle 15 chiudono i seggi e inizia lo spoglio. Da quel momento in poi la nostra domanda troverà via via una risposta sempre più concreta. Come in occasione del primo turno potrete seguire la diretta sul ballottaggio su genovatoday.it, con risultati, dichiarazioni, exit poll e prime indiscrezioni sul nuovo sindaco di Genova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento