rotate-mobile
Elezioni Chiavari

Elezioni Chiavari, Silvia Garibaldi si presenta: "Progetto civico di ispirazione centrista"

"In questi 5 anni di amministrazione è mancata una cosa: l'ascolto. Per noi sarà invece fondamentale ascoltare le famiglie, le persone e le associazioni, mettendo i loro bisogni al centro dell'azione amministrativa". Così la candidata sindaco

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 27 aprile a Chiavari, in un caffè Defilla gremito, si è tenuta la presentazione della candidata sindaca Silvia Garibaldi. Spazio al programma e alle ragioni che l'hanno convinta a impegnarsi in prima linea per una Chiavari di nuovo viva, protagonista e capofila del Tigullio. "Voglio ascoltare e cercare di realizzare ciò che ogni cittadino di Chiavari mi chiederà di fare per migliorare la nostra città. Con apertura, dialogo e massima trasparenza", ha esordito Garibaldi.

Nata e vissuta a Chiavari, 48 anni, laureata in matematica e statistica, di professione project manager, conosciuta in città per il suo lungo impegno politico e sociale, questo il profilo dell'aspirante sindaca. "La mia esperienza inizia 15 anni fa con la candidatura e l'elezione in Consiglio comunale, di cui sono stata anche la prima e purtroppo unica presidente donna", ricorda Garibaldi.

"Amo la mia città e negli ultimi 10 anni, dai banchi dell'opposizione, ho sempre cercato di dare il mio contributo - spiega la candidata -, votando non per partito preso, ma analizzando ogni singola questione, valutando l'impatto sui cittadini e prestando attenzione alle loro esigenze. In questi 5 anni di amministrazione è mancata proprio una cosa: l'ascolto. Per noi sarà invece fondamentale ascoltare le famiglie, le persone e le associazioni, mettendo i loro bisogni al centro dell'azione amministrativa".

"Il nostro è un progetto civico di ispirazione centrista - continua Garibaldi - nato per aggregare forze moderate, cattoliche, liberali e riformiste. Nel nostro gruppo non ci sono veti o simboli di partito, ma una comunità di cittadini con dei valori condivisi e un unico obiettivo: far volare Chiavari di nuovo in alto".

"La nostra città - prosegue - deve tornare a essere capofila del Tigullio, facendosi portavoce delle istanze del territorio in Regione e in Città Metropolitana. Da parte nostra ci sarà sempre grande attenzione alla famiglia e al sociale, per questo abbiamo sottoscritto il Manifesto politico del Forum delle associazioni familiari del Tigullio, assimilandone i contenuti nel nostro programma".

Tre le liste a sostegno della candidatura: Con Silvia Vola Chiavari, Chiavari per tutti e Insieme si può. Un gruppo eterogeneo di esperienze e competenze, che ha saputo fare sintesi attorno a un programma articolato, di cui sono stati svelati i punti cardine:

  • un nuovo volto al fronte mare
  • o tribunale o carcere insieme o nessuno dei due
  • una città viva di cultura
  • mitigare il rischio idrogeologico e salvaguardare l'ambiente, no a speculazioni edilizie
  • riqualificazione sostenibile delle aree ex Italgas e Rissauto
  • viabilità scorrevole e vicinanza all'entroterra.

"Questi punti sono il nucleo della nostra visione - commenta Garibaldi -, li riteniamo fondamentali per garantire il benessere della famiglia, della persona e lo sviluppo economico della città, dei servizi, del turismo e del commercio. Non dimentichiamo la manutenzione ordinaria di marciapiedi e asfalti, la pulizia costante di strade e sottoportici, l'attenzione al decoro cittadino, la riorganizzazione dello spazzamento strade, la necessità di mettere a disposizione più parcheggi con tariffe agevolate per i residenti. Tutto questo lo consideriamo importante e necessario".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Chiavari, Silvia Garibaldi si presenta: "Progetto civico di ispirazione centrista"

GenovaToday è in caricamento