Elezioni, CasaPound presenta i candidati: «A Genova raddoppiati gli iscritti»

L'evento è stato organizzato in un hotel di via De Gasperi, in Albaro. A fare gli "onori di casa" è stato Christian Corda, responsabile provinciale del movimento di estrema destra

«Da quanto abbiamo inaugurato la sede in via Montevideo abbiamo raddoppiato gli iscritti di tutto il 2017»: così Christian Corda, responsabile provinciale di CasaPound, ha commentato la recente apertura della tanto contestata sede del movimento di estrema destra. 

L’occasione è stata la presentazione dei candidati nei collegi uninominali per le elezioni del 4 marzo, avvenuta venerdì pomeriggio in un hotel di via De Gaspari, in Albaro, presidiato dalle forze dell’ordine dopo i disordini che si sono verificati nel corso di gran parte degli eventi organizzati da CasaPound.

In una sala con le pareti coperte dal simbolo della tartaruga frecciata, la bandiera dell’Ue con la croce rossa sull’Italia e una grande foto di Simone Di Stefano, candidato alla presidenza del Consiglio il prossimo 4 marzo, gli esponenti locali hanno presentato i candidati.

Si tratta, per il Senato, di Marco Mori, avvocato ed ex candidato sindaco a Genova durante le scorse amministrative; Andrea Lombardi, uno dei fondatori di Casapound Liguria; Fersido Censi, candidato nell'uninominale ed ex della Lega (cui non sono state risparmiate frecciate); per quanto riguarda la Camera, invece, c sono Davide Cappai, (uninominale), e Silvia Pastorino, candidata nel plurinominale del collegio Liguria 2. 

«La nazione italiana deve tornare a essere un organismo avente fini, vita e mezzi d’azione superiori, per potenza e durata, a quelli degli individui che lo compongono», si legge nella presentazione del programma, in cui vengono elencati i punti fondamentali per CasaPound: uscita dall’Euro e dall’Unione Europea, stop all’immigrazione, no ius soli, reddito nazionale di natalità, sovranità energetica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Alimenti scaduti nel frigo del supermercato, multa da diecimila euro

Torna su
GenovaToday è in caricamento