rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Elezioni

Elezioni Genova, astensione record: solo il 44,14% alle urne

Vince l'astensione nel capoluogo ligure: neanche la metà degli aventi diritto si è recata alle urne

Mentre si aspettano i risultati per le elezioni comunali e quelli relativi ai referendum sono già arrivati, un dato emerge con forza: a Genova (e non solo) l'affluenza per le amministrative ha raggiunto i minimi, al di sotto della media nazionale.

A Genova solo il 44,14% degli aventi diritto ha votato

Nei venti comuni chiamati al voto in tutta la Liguria, si è recato alle urne solo 45,96% degli aventi diritto, contro il 50,7% di cinque anni fa e il 54,72% della media italiana. Peggio fa solo il Molise con il 45,63% nei 18 comuni al voto.

Nella nostra regione, la "maglia nera" va a Giusvalla, poco più di 400 abitanti in provincia di Savona: alle urne si è recato solo il 24,53%, contro il 28,16% delle ultime elezioni. A seguire c'è Pieve Ligure, in provincia di Genova, con il 42,16% di affluenza, contro il 50,45% di cinque anni fa.

Il dato più emblematico però è che subito dopo arriva il capoluogo. A Genova infatti ieri è andato ai seggi solo il 44,14% degli aventi diritto, un calo che, dal 48,39% del 2017, trascina con sé la media regionale. Insomma, neanche la metà degli aventi diritto è andata a votare, e il primo partito nella Superba è quello dell'astensione.

Il confronto con le elezioni precedenti

Confrontando i dati, se quest'anno, a Genova, al primo turno si è recato ai seggi il 44,14% degli aventi diritto, alle elezioni del 2017 la percentuale era del 48,39%. Cinque anni prima, nel 2012, del 55,52%. Tornando ancora indietro nel tempo, nel 2007 si recò alle urne il 61,75% degli elettori.

La prospettiva cambia se si guarda alle regionali del settembre 2020 - le ultime in ordine cronologico - quando votò il 53,67% dei genovesi, anche se erano elezioni di tipo diverso.

A livello assoluto, ieri sono andati a votare per le comunali solo 211.986 genovesi, contro i 237.679 di cinque anni fa: 25.693 in meno, calo decisamente maggiore rispetto alla platea elettorale diminuita di poco più di 10.000 unità.

L'affluenza più alta ad Albaro

L'affluenza più alta in città è stata registrata alla sezione 393 di via Montezovetto, ad Albaro, con il 62,1%, la più bassa al Paverano, con il 18,57%.

Partecipazione in diminuzione anche a Chiavari, dove l'affluenza si è fermata al 48,04% contro il 54,55% della tornata precedente. Anche ad Arenzano si è registrato un calo, con il 57,16% contro il 64,35% del 2017, ma nel comune di riviera almeno più della metà degli aventi diritto è andata a votare, frenando il "partito dell'astensione".

Ma è tutta la provincia di Genova ad aver dato scarso interesse al voto: nei sette comuni andati alle urne, la partecipazione si è fermata a una media del 44,69%, contro il 49,14% del giro precedente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Genova, astensione record: solo il 44,14% alle urne

GenovaToday è in caricamento