Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

Il più votato in assoluto è stato Marco Scajola, seguito da Ilaria Cavo: ecco come verranno assegnati i seggi

Inizia a prendere forma il consiglio regionale che governerà la Liguria sino al 2025. A 24 ore dalla chiusura delle urne, con l’exploit di Cambiamo, il partito del riconfermato presidente di Regione Giovanni Toti, è ormai assodato il cambiamento di equilibri in via Fieschi, con una suddivisione dei seggi decisamente diversa rispetto al 2015.

Sulla base dei risultati ottenuti nella due giorni di voto, i seggi della coalizione di maggioranza di centrodestra sono ripartiti in 8 per la lista di Toti, 6 per la Lega, 3 per Fratelli d’Italia e uno per Forza Italia. Sul fronte opposizione, al Pd sono destinati 6 seggi, 2 al Movimento 5 Stelle, 2 alla Lista Ferruccio Sansa Presidente, uno per Linea Condivisa. 

Consiglio regionale circoscrizione Genova

Nella circoscrizione di Genova i risultati, al pomeriggio di martedì, erano ancora provvisori e i giochi ancora potenzialmente aperti, ma il quadro ha iniziato a delinearsi.

Nella lista Cambiamo con Toti (cui spettano 4 seggi) è Ilaria Cavo ad avere ottenuto più preferenze (6.333 voti), seguita da Domenico Cianci (4.285), Lilli Lauro (4.069) e Stefano Anzalone (2.293), questi ultimi due già in consiglio comunale e dunque, stando a quanto dichiarato dal sindaco Marco Bucci, in aria di dimissione da Tursi. 

Per la Lega (2 seggi) 2.613 voti per Sandro Garibaldi e 2.606 per Alessio Piana, attuale presidente del consiglio comunale di Genova. Grande esclusa, a meno di un radicale cambiamento, Sonia Viale, assessore alla Sanità del primo mandato di Toti, che è terza.

Stefano Balleari, ex vicesindaco del Comune di Genova, è il candidato della lista di Fratelli d’Italia (un seggio) ad avere ottenuto più preferenze (2.294), Claudio Muzio quello di Forza Italia (un seggio), con 3.574 preferenze.

Per quanto riguarda l’opposizione di centrosinistra, nella circoscrizione di Genova il Partito Democratico (3 seggi) può contare su Armando Sanna (6258 voti), Luca Garibaldi (4468) e Pippo Rossetti (3401). Della lista Sansa (un seggio), oltre allo stesso Ferruccio Sansa, entra in consiglio Selena Candia, la più votata della lista con 1.262 preferenze. 

Un seggio anche per il Movimento 5 Stelle, con Fabio Tosi che ha ottenuto la maggior parte delle preferenze, 1.071.

Un eletto infine per Linea Condivisa, lista di sinistra a sostegno di Sansa, si tratta dell'ex capogruppo Gianni Pastorino che ha ottenuto 2.802 preferenze.

Consiglio regionale circoscrizione Imperia

Nella circoscrizione di Imperia, per la coalizione di centrodestra sono previsti 3 seggi: per Cambiamo con Toti vola Marco Scajola (assessore all’Urbanistica nella precedente amministrazione) con ben 7.786 voti che lo confermano eletto. Alessandro Piana, presidente del consiglio regionale della precedente amministrazione, è il consigliere eletto per la Lega con 3.327 voti; Gianni Berrino, assessore ai Trasporti e al Lavoro nel mandato precedente di Toti, è l’eletto per Fratelli d’Italia con 3.720 voti.

Per quanto riguarda l’opposizione, un solo seggio all’ex sindaco di Ventimiglia, Enrico Ioculano, che è stato anche il candidato ad avere preso più voti in assoluto, 4.357.

Consiglio regionale circoscrizione Savona

A Savona 4 i seggi per la coalizione di centrodestra, suddivisi in 2 per la Lega (che ha preso più voti rispetto a Cambiamo) e 2 per la lista di Toti: eletti consiglieri Brunello Brunetto (3.733 preferenze) e Stefano Mai (3.254 voti) per la Lega, Angelo Vaccarezza (4.570 voti) e Alessandro Bozzano (3.083 voti) per Cambiamo con Toti. 

Per l’opposizione, un solo seggio al Pd, assegnato a Roberto Arboscello con 3.578 voti.

Consiglio regionale circoscrizione La Spezia

Nella circoscrizione della Spezia un pareggio: 3 seggi per la coalizione di centrodestra e 3 per quella giallorossa.

Per quanto riguarda il centrodestra, un seggio per la Lega (Gianmarco Medusei, 4.573 preferenze), uno per Cambiamo con Toti (Giacomo Giampedrone, assessore alla Protezione Civile della giunta Toti 2015/2020, che ha avuto 4.211 voti), uno per Fratelli d’Italia (Sauro Mannucci, 1.179 voti).

Per l’opposizione di centrosinistra, un seggio per il PD (Davide Natale, 3.361 voti), uno per Lista Sansa (Roberto Cenci, 1.967) e uno per il Movimento 5 Stelle (Paolo Ugolini, 344 preferenze).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al netto dell’appartenenza politica, l’uomo più votato è stato Marco Scajola, il più votato in assoluto, la donna più votata Ilaria Cavo, che è anche la seconda più votata in assoluto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Coronavirus, Liguria 'chiusa' per tre notti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento