Regionali, la denuncia del presidente leghista di Municipio: «Costretti a sgomberare il banchetto»

Andrea Carratù, a capo del Municipio Centro Est, si riferisce a un episodio avvenuto in piazza del Carmine

Il banchetto della Lega in piazza del Carmine

«Abbiamo dovuto sgomberare il nostro banchetto in fretta e furia, sotto la minaccia di un gruppo di sedicenti 'democratici' che tra gli insulti hanno intimato ai nostri militanti di andarsene perché, a loro dire, la piazza della storica parrocchia di Don Andrea Gallo non poteva ospitarci».

A parlare è Andrea Carratù, presidente leghista del Municipio Centro Est, riferendosi a un episodio avvenuto mercoledì mattina in piazza del Carmine, nel centro storico genovese. 

«Come presidente del Municipio - ha detto Carratù - sono ogni giorno tra i cittadini del centro storico, ma un episodio del genere non mi era mai capitato. Mi rendo conto che siamo in campagna elettorale e che i toni siano accesi, ma Genova e il suo centro storico non meritano di essere ostaggio di violenti, che si comportano come veri mafiosi: sbandierano slogan di 'pace e bene', ma non sanno neppure dove stanno di casa questi valori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • La risposta ligure alle scarpe della Lidl? Ci pensa il comico Andrea Di Marco con il Movimento Estremista Ligure

Torna su
GenovaToday è in caricamento