Mercoledì, 4 Agosto 2021
Elezioni comunali 2017

Marika Cassimatis: «Resto io la candidata sindaco del M5S»

Dopo la decisione dei giudici che le hanno dato ragione, Cassimatis ha deciso di parlare con la stampa: «Il mio atteggiamento è conciliante, aspetto un confronto con Grillo, spero si risolva tutto civilmente»

«Resto la candidata sindaco del Movimento 5 Stelle come hanno stabilito i giudici»: queste le prime parole di Marika Cassimatis durante la conferenza stampa indetta questo pomeriggio, dopo aver ricevuto la notizia della clamorosa decisione del Tribunale di Genova. Insieme a lei, i componenti della sua lista e Francesco Battistini, consigliere regionale che si era autosospeso dal M5S.

IL VIDEO:

Schermata 2017-04-10 alle 18.47.29-2

«Adesso aspetto un incontro chiarificatore con Beppe Grillo, attendo comunicazioni ufficiali da parte dello staff», ha commentato Cassimatis che spera comunque di chiarire la questione. «Il nostro atteggiamento è conciliante - ha detto in conclusione - auspichiamo una soluzione amichevole, la aspettiamo dal 17 marzo. Cosa pensiamo? Che qualche essere umano in realtà ha sbagliato, capita. Sono disposta a ritirare la querela sporta nei confronti di Alessandro Di Battista, in questa faccenda lo accuso solo di superficialità ma lo ritengo un ottimo portavoce, sono pronta a risolvere amichevolmente e spero si risolva tutto civilmente».

Resta invece la querela per il post di Beppe Grillo, con quel famoso «fidatevi di me» destinato a lasciare il segno. «La sospensione non mi è arrivata - conclude Cassimatis - faccio ancora parte del M5S, posso votare e partecipare alla vita politica del movimento». 

E per quanto riguarda l'altro candidato sindaco del M5S, Luca Pirondini, dice: «A questo punto non c'è posto per due candidati».

In serata la replica di Grillo: «Cassimatis non è la candidata del M5S».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marika Cassimatis: «Resto io la candidata sindaco del M5S»

GenovaToday è in caricamento