rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Politica

Disabilità, alla Liguria 12 milioni di euro

Lo ha annunciato il ministro Stefani, in visita a Genova. Cinque milioni e mezzo di euro serviranno per assumere assistenti alla comunicazione nelle scuole

La ministro per le Disabilità Erika Stefani, intervenuta a Genova venerdì 12 agosto all'incontro 'Fondi disabilità: alla Liguria 12 milioni di euro. L'impegno e i risultati della Lega da Roma ai territori', ha portato con sé una buona notizia.

"Dal governo (attuale ndr.) sono in arrivo 12 milioni alla Regione Liguria per progetti che riguardano il mondo delle disabilità, fondi importanti che permetteranno ai Comuni di dare risposte ai cittadini", ha spiegato Stefani. Alle 12 circa la ministro ha fatto visita alla spiaggia attrezzata per disabili di Boccadasse.

Nel dettaglio 2,8 milioni saranno destinati a progetti per il turismo accessibile e altre attività tra cui 700mila euro per migliorare l'accessibilità delle spiagge, 110mila euro saranno investiti per l'attivazione di tirocini lavorativi per persone con disabilità, un milione e 650mila euro per nuovi parchi giochi e attività sportive accessibili.

E ancora 600mila euro per la riqualificazione di strutture semiresidenziali, 2 milioni e 550mila per servizi aggiuntivi a quelli regionali già esistenti a sostegno dell'autismo, in particolare relativi all'inclusione scolastica e lavorativa. Due milioni e 300mila euro serviranno per assumere assistenti alla comunicazione nelle scuole dell'infanzia, primaria e secondaria di primo grado e 3,2 milioni per assumere assistenti alla comunicazione nelle scuole secondarie della Liguria.

L'auspicio è che poi questi fondi vengano impiegati il prima possibile per andare a migliorare una situazione parecchio complicata, come evidenziato dalla corte dei conti, che ha ripreso la Liguria in quanto "fanalino di coda tra le Regioni del Nord Italia" riguardo all'utilizzo dei fondi di sostegno per strutture per persone disabili. A tal proposito è stato anche presentato di recente un esposto da Marco Macrì, portavoce delle famiglie con bimbi disabili in attesa di cure, che attacca:

"Non permetto che i bimbi portatori di handicap e chi vive la propria disabilità in età adulta venga strumentalizzato per mera propaganda politica. Non permetto che i rappresentanti locali della Lega, che non hanno fatto nulla per i bimbi disabili, si mettano il mantello da super eroi. La fragilità non deve essere strumentalizzata".

"Spiace notare che la ministra venga a Genova sempre e solo in periodo elettorale - si legge in un post di Genova inclusiva - e che a soli pochi metri da lei ci sia corso Italia con i parcheggi inadeguati ai disabili che minano la sicurezza degli stessi portatori d handicap e dei ciclisti, che non abbia preso posizione in favore dell'esposto dei bimbi disabili senza cure ed anzi abbia fatto propaganda politica usando il reddito di cittadinanza per cercare voti tra i fragili che la Liguria non tutela, contenendo investimenti e costi per la loro inclusione sociale vedi dichiarazioni della corte dei conti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità, alla Liguria 12 milioni di euro

GenovaToday è in caricamento