rotate-mobile
Politica

Crisi Governo, Toti strizza l'occhio a Mariastella Gelmini: "Il pensiero liberale e riformista non è morto"

Il messaggio indirizzato alla ministra che ha lasciato Forza Italia: "Ci vuole coraggio Stella. Tu lo hai avuto. E te lo dice uno che ha percorso la tua stessa strada e può affermare con certezza che il pensiero liberale, riformista, popolare, non è morto"

La maggioranza di governo si è dissolta dopo la giornata di ieri in Senato e, di fatto, inizia la breve campagna elettorale che porterà l'Italia al voto si pensa per fine settembre o inizio ottobre. Se M5s lo aveva già annunciato, ieri anche Lega e Forza Italia hanno disertato il voto, abbandonando di fatto il premier al suo destino. Non mancano però le polemiche interne alle forze del centrodestra che non hanno votato la fiducia: Mariastella Gelmini, ad esempio, ministra per gli Affari Regionali e fedelissima di Silvio Berlusconi, prende la clamorosa decisione di lasciare Forza Italia. 

E arriva il commento di Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria, Italia al Centro, anche lui ex Forza Italia. Toti strizza l'occhio alla ministra con un messaggio indirizzato direttamente a lei, aprendole di fatto la porta: "Ci vuole coraggio Stella. Tu lo hai avuto. E te lo dice uno che ha percorso la tua stessa strada e può affermare con certezza che il pensiero liberale, riformista, popolare, non è morto".

Continua, Toti: "Se anche Mariastella Gelmini dopo questa giornata ha deciso di lasciare Forza Italia, forse qualcuno dovrebbe farsi qualche domanda in più su quanto accaduto. Perché, e spesso gliel'ho ripetuto da amico, sono sempre stato convinto che sarebbe stata l'ultima a uscire".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Governo, Toti strizza l'occhio a Mariastella Gelmini: "Il pensiero liberale e riformista non è morto"

GenovaToday è in caricamento