menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corsie gialle aperte alle moto, per il Comune sarebbe pericoloso

Per l'assessore Anna Dagnino «l'asfalto delle corsie gialle è spesso deformato per il passaggio continuo di mezzi pesanti e sarebbe pericoloso per i motociclisti»

Durante la seduta del consiglio comunale di ieri si è parlato anche del transito di motoveicoli a uso privato sulle corsie gialle riservate a bus e taxi. A chiedere informazioni al riguardo è stato Paolo Repetto (Udc).

Repetto: «chiedo nuovamente che si consenta ai motoveicoli di transitare sulle corsie bus. Il provvedimento ridurrebbe di molto l'impatto del traffico sia sui tempi di percorrenza sia sull'inquinamento».

Ha risposto l'assessore Anna Dagnino. «Se una moto non intralcia, 140 mila, 200 per ogni autobus, sì. Inoltre ci sono motivi di sicurezza: l'asfalto delle corsie gialle è spesso deformato per il passaggio continuo di mezzi pesanti e sarebbe pericoloso per i motociclisti. Inoltre a Genova, per le sue peculiarità urbanistiche, le corsie gialle sono brevi e intervallate da lunghi tratti in cui la strada ne è priva».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento