rotate-mobile
Politica

Depuratore di Cornigliano, da Iren un piano contro i miasmi

La società ha promesso che entro il 31 marzo attuerà una serie di interventi finalizzati a contrastare i cattivi odori che da tempo ormai affliggono la delegazione

Durerà ancora qualche mese il “calvario” dei residenti di Cornigliano, costretti a fare i conti con i miasmi emessi dal depuratore. Il Comune ha infatti confermato che è prevista una serie di interventi per migliorare la situazione, compreso lo sblocco dei lavori della condotta a mare, ma il termine è stato fissato al 31 marzo.

«È una priorità del mio assessorato - ha spiegato in consiglio Comunale l’assessore all’Ambiente Matteo Campora - Appena insediato ho ottenuto lo sblocco dei lavori della condotta a mare, fermi da un anno e mezzo. Entro il 31 marzo è prevista l’installazione di deodorizzatori a secco e altri interventi».

Campora ha confermato che a oggi vige un accordo con Ireti per la realizzazione del piano di interventi nel più breve tempo possibile: i primi passi saranno la sostituzione dei vecchi pannelli del sedimentatore e delle griglie per i trattamenti dell’aria e la pulizia straordinaria delle canalizzazioni, operazioni che dovrebbero essere completate entro la fine dell’anno. Entro la fine di marzo, invece, Ireti si è impegnata a installare deodorizzatori a secco per contrastare i miasmi.

«C’è stata un’assemblea pubblica nel Municipio - ha risposto Campora al consigliere della Lega Nord Maurizio Amorfini, che ha presentato l’interrogazione - C’è una commissione municipale di controllo dei tempi, abbiamo un accordo con Iren. In ogni caso si tratta di un impianto vecchio, che dovrà essere sostituito».

Il depuratore e è stato anche oggetto di una mozione presentata dai consiglieri del Pd e della Lista Crivello, che dopo l’approvazione all’unanimità impegna sindaco e Giunta, in collaborazione con Iren e Città metropolitana, a completare e mettere in servizio nel più breve tempo possibile la condotta a mare che scaricherà a un chilometro dalla costa, e a partecipare a un tavolo di lavoro coordinato dal Municipio Medio Ponente per valutare gli interventi di ripristino delle aree oggi impegnate dall’impianto che, una volta messo in funzione il depuratore di area centrale, verranno dismesse.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depuratore di Cornigliano, da Iren un piano contro i miasmi

GenovaToday è in caricamento