rotate-mobile
Politica Rapallo

Conte dai giovani imprenditori scatena le polemiche: "Capitalismo infetto"

Il leader M5s si riferiva all'inchiesta sulla corruzione in Liguria e alla vicenda Santanché

Ha scatenato le polemiche l'affermazione dell'ex premier Giuseppe Conte e leader del M5s in videocollegamento con il convegno dei Giovani imprenditori di Confindustria, a Rapallo. Parlando della maxi inchiesta sulla corruzione in Liguria, Conte ha detto: "Non sono per le gogne. Il problema è che quello è un sistema marcio". Poi ha allargato il discorso parlando della vicenda Santanché per concludere che abbiamo un "capitalismo infetto. Siamo a Rapallo, mi aspetto che ci sia un sussulto di responsabilità" rispetto a un modo di fare impresa basato sulle relazioni personali con il finanziamento dei politici di turno.

Le reazioni

Ma le sue parole hanno scatenato dure reazioni, in primis quella di Emma Marcegaglia, ex presidente di Confindustria ed Eni che ha parlato poco dopo sempre con i giovani riuniti a Rapallo: "Sentire un leader politico che parla di capitalismo infetto a me fa girare le balle, siamo gente seria e serve rispetto". 

“Voglio rispondere a Giuseppe Conte, che evidentemente ha dimenticato quando venne alla nostra assemblea di Confindustria e disse che il motivo per cui l’Italia è seduta insieme ai grandi del mondo, nel G7, è grazie alle nostre imprese. E quindi, capitalismo infetto, lo vada a dire altrove. Non qui, non a noi! O meglio, non lo dica affatto: perché le imprese sane sono la stragrande maggioranza di questo Paese" ha aggiunto il presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria, Riccardo De Stefano.

Reazioni indignate anche dal centrodestra tra cui la Lista Toti che ha replicato: "Alla fine l'unico sussulto, quello che chiedeva alla platea degli imprenditori, è stato solo contro di lui. Noi che crediamo nel garantismo e nel valore dell'imprenditoria, non possiamo che condannare, questo sì, il suo giustizialismo un tanto al chilo applicato nei confronti degli avversari politici, ma anche contro il mondo di chi lavora e produce".

La replica: "Mie parole frainese"

Nel corso della giornata, Conte ha specificato: "Conosco bene Emma Marcegaglia e credo abbia frainteso il mio intervento. Nel parlare di capitalismo infetto mi riferivo a quel sistema malsano che emerge anche dalle inchieste giudiziarie, in cui l'imprenditore cerca un rapporto privilegiato con il politico di turno e poi ne finanzia la campagna elettorale. Una gestione infetta dei rapporti tra politica ed economia".

"Il privilegio accordato a un singolo imprenditore che mette in difficoltà tutti gli altri è una pratica sleale - ha spiegato l'ex premier -. Allo stesso modo i finanziamenti che un politico ottiene per questa via svantaggiano tutte le altre forze politiche che vogliono gareggiare a parità di condizioni. Credo che su quest'aspetto Marcegaglia possa assolutamente convenire, così come la stragrande maggioranza degli imprenditori che sono onesti".

Modello Genova, Conte: "L'abbiamo realizzato noi, ma non è riproducibile in tutt'Italia"

Conte ha parlato anche del famoso "modello Genova": "Chi l'ha costruito, realizzato e imposto? L'abbiamo scritto a Chigi ma quel decreto è stato scritto nella consapevolezza che bisognava recuperare l'immagine di una ferita". Il "modello del ponte Morandi non è riproducibile su tutto il territorio nazionale". Per la ricostruzione del ponte San Giorgio, "abbiamo costruito anche dei presidi di legalità e il sindaco di Genova Bucci sa bene che abbiamo scongiurato infiltrazioni mafiose. Se quel modello lo riproducete a livello di codice degli appalti, oggi abbiamo la possibilità di affidamenti diretti senza neppure la pubblicità da parte di assessori e sindaci e succede che siamo agli inizi del Pnrr e abbiamo già 600 milioni di truffe già scoperte", ha affermato Conte, aggiungendo che il governo Meloni sta smantellando quell'"investimento di fiducia" arrivato dall'Europa con i 209 milairdi di euro del Pnrr. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conte dai giovani imprenditori scatena le polemiche: "Capitalismo infetto"

GenovaToday è in caricamento