rotate-mobile
Politica

Consiglio regionale, sedute trasmesse anche con la lingua dei segni

Da martedì 13 settembre 2022, il presidente Gianmarco Medusei: "Per favorire la condivisione dei lavori e accrescere la platea di quanti possono seguire le attività dell'assemblea"

Dalla prossima seduta del consiglio regionale, in programma martedì 13 settembre 2022, la diretta sul sito della Regione dei lavori dell'assemblea sarà supportata da un interprete della Lingua italiana dei segni per permettere alle persone affette da sordità di poter seguire i lavori in aula, proprio come avviene anche per il consiglio comunale di Genova.

La misura è prevista dalla legge regionale numero 7 del 2021, "Disposizioni di adeguamento della normativa regionale".

Gianmarco Medusei, presidente del consiglio regionale, commenta: "Abbiamo deciso di introdurre questo servizio per favorire la condivisione dei lavori dell'aula anche con persone non udenti o ipoudenti e accrescere, dunque, la platea di quanti possono seguire le attività dell'assemblea. Il consiglio, anche attraverso questa iniziativa, dimostra di essere sempre più vicino alla nostra comunità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale, sedute trasmesse anche con la lingua dei segni

GenovaToday è in caricamento