In consiglio comunale il punto sullo sversamento di Iplom

I cittadini chiedono interventi urgenti. Altri erano in programma e riguardavano il deposito Amiu e la piattaforma di stoccaggio provvisorio

Si continua a parlare degli sversamenti della Iplom a Borzoli e Fegino, e l'emergenza sul territorio è tutt'altro che terminata. Gli abitanti hanno chiesto urgenti interventi, mentre altri erano già in programma e riguardavano il deposito Amiu e la piattaforma di stoccaggio provvisorio.

A portare la questione in consiglio comunale è Paolo Putti del M5S. Il consigliere pentastellato ha chiesto informazioni anche sulla realizzazione delle due vasche nel deposito Amiu che dovrebbero contenere i liquami.

L'assessore all'Ambiente Italo Porcile ha risposto: «Abbiamo recentemente incontrato i cittadini. Sulla questione esiste un tavolo tecnico, ne abbiamo chiesto anche uno politico. Oltre ai vari disagi che gli abitanti della zona avevano dovuto subire a causa dello sversamento di Iplom sono capitati anche inconvenienti meno gravi, sui quali siamo tempestivamente intervenuti. Il caso Amiu è stato motivo di dispiacere e preoccupazione; abbiamo relazionato sulle ragioni dell'incidente e sui provvedimenti adottato per ripristinare la situazione. Presto incontreremo ancora i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento