Politica

Città metropolitana: la poltrona di vicesindaco a Valentina Ghio

Sarà Valentina Ghio il vicesindaco metropolitano. Il sindaco Marco Doria ha comunicato la sua scelta al Consiglio Metropolitano, proponendo all'assemblea anche i nomi di sei coordinatori per altrettanti gruppi di lavoro tematici

Sarà Valentina Ghio il vicesindaco metropolitano. Il sindaco Marco Doria, che firmerà oggi l'atto di nomina, ha comunicato la sua scelta al Consiglio Metropolitano, alla presenza anche del commissario della Provincia Piero Fossati, proponendo all'assemblea anche i nomi di sei coordinatori per altrettanti gruppi di lavoro tematici del Consiglio che, oltre all'elaborazione dello Statuto per il nuovo ente, entrerà così già in questi mesi nel merito “di tutte le grandi aree operative” che riguardano la Provincia e dal 1 gennaio la Città Metropolitana.

 

Per Marco Doria «il lavoro sullo Statuto per le future competenze non può essere avulso dal merito dei problemi e dei temi specifici che riguardano l'operatività della Provincia e della Città Metropolitana, sono filoni che s'intrecciano e il Consiglio dev'essere ben preparato a svolgere il proprio ruolo dal primo gennaio».

La strada giusta per farlo, ha detto il sindaco passa «dal coinvolgimento e dalla valorizzazione del Consiglio, in un approccio unitario e costituente». In questo spirito e «andando oltre i risultati delle elezioni metropolitane e la logica delle liste» il sindaco (che potrà anche nominare alcuni consiglieri delegati dal 1 gennaio) ha proposto sei coordinatori per altrettanti gruppi di lavoro e annunciato la nomina, da oggi, di Valentina Ghio sindaco di Sestri Levante, a vicesindaco metropolitano.

«In questo Consiglio ci sono – ha detto Marco Doria -.anche altre persone che per fiducia, competenze ed esperienze potrebbero ricoprire questo ruolo, ma Valentina Ghio ha anche caratteristiche specifiche e considero inoltre fondamentale la presenza di genere, a cui tengo molto, nei livelli istituzionali, come ho dimostrato anche nella scelta della Giunta comunale di Genova con sei donne su undici assessori».

I coordinatori proposti al Consiglio (che dovrà votarli) per i gruppi di lavoro tematici (a cui comunque ogni consigliere potrà dare il proprio contributo) sono Roberto Levaggi, sindaco del Comune di Chiavari, Enrico Pignone consigliere comunale di Genova, Giovanni Vassallo consigliere comunale di Genova, Valentina Ghio, Alfonso Gioia, consigliere comunale di Genova e Gian Luca Buccilli consigliere comunale di Recco.

Levaggi coordinerà il gruppo di lavoro sull'urbanistica, lavori pubblici, trasporti, viabilità, polizia provinciale, Pignone quello sull'ambiente, gli ambiti naturali, le politiche energetiche, i piani di bacino, Ato, protezione civile e servizi a rete, Vassallo quello sullo sviluppo economico, la formazione, le politiche del lavoro e welfare, Ghio i rapporti con la Conferenza metropolitana, il supporto e l'assistenza tecnica ai Comuni, digitalizzazione e politiche di genere, Gioia il gruppo sul bilancio e finanze e Buccilli il gruppo sul personale, l'organizzazione, le politiche delle società partecipate e i rapporti con gli enti culturali.

«Sono persone validissime – ha detto il sindaco Doria – che rispondono ai criteri di competenza, fiducia e anche all'esigenza di rappresentare i territori dell'area metropolitana. Mi rapporterò costantemente con loro in questi mesi e dal punto di vista operativo sarà un rapporto molto intenso».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana: la poltrona di vicesindaco a Valentina Ghio

GenovaToday è in caricamento