A Busalla si vuole il P.U.C.

“Urbanistica. È tempo di fare sul serio”. È l’accorato appello di questi giorni alle istituzioni di Adriana Picollo, architetto busallese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

“Urbanistica. È tempo di fare sul serio”. È l’accorato appello di questi giorni alle istituzioni di Adriana Picollo, architetto busallese, prima dei non eletti nella lista “Punto a capo” nelle passate elezioni comunali e membro della Consulta per il Territorio.

Sono trascorsi più di 12 anni da quando alcuni professionisti vennero incaricati di redigere il nuovo Piano Urbanistico Comunale, importante per uno sviluppo adeguato del territorio. E tutto pare fermo come allora.

“Allo stato attuale non si hanno notizie ufficiali sullo stato avanzamento lavori”, lamenta l’architetto “Il  nuovo Sindaco ha incontrato la Consulta una sola volta per comunicare la conferma dei tecnici incaricati. Nell’ultima riunione della Consulta l’urbanistica nemmeno compariva nell’ordine del giorno. In Consulta non è ancora stata vagliata la possibilità, prevista dalla Nuova Legge Urbanistica, di far redigere il PUC direttamente dagli Uffici della Città metropolitana, con risparmio per la cassa comunale ed accelerazione della procedura. Sul fronte dell’opposizione nessuna interpellanza, mozione o discussione.”

Un silenzio assordante che l’architetto Picollo si augura possa essere rotto al più  presto. “Si spera che il Sindaco e la Giunta illustrino le proprie scelte anche alla Consulta, alla Cittadinanza, alle Aziende presenti su territorio, alle Associazioni, che a mio avviso devono essere coinvolte nel processo di formazione del PUC. Un contatto con i soggetti interessati ed un cronoprogramma sarebbero utili a tutti, anche per imporre ai tecnici incaricati tempi e modalità ”.

I più letti
Torna su
GenovaToday è in caricamento