menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buridda: presidio davanti a Tursi, devastato circolo Pd alle Vigne

Lo sgombero del Buridda in via Bertani ha scatenato una serie di reazioni, verbali ma non solo. Ieri manifestazione con corteo per le vie del centro. Poi un deplorevole attacco alla sede Pd delle Vigne. Oggi nuovo presidio davanti a Tursi

Si preannuncia un'altra giornata calda dopo le proteste di ieri seguite allo sgombero del laboratorio sociale occupato autogestito Buridda. Questa mattina alle 10.30 i giovani legati al centro sociale si sono dati appuntamento davanti a palazzo Tursi per un presidio di protesta contro l'amministrazione comunale.

Ieri mentre lo sgombero era ancora in corso, il Comune ha diramato una nota in cui faceva sapere che l'azione non era stata concordata con l'amministrazione. Ma con il passare delle ore questa affermazione è stata messa in dubbio da più parti.

Di certo l'atteggiamento del Comune non giustifica quanto accaduto nel pomeriggio, dopo il corteo per le vie del centro. Una parte di manifestanti si è diretta in vico delle Vigne e ha assaltato la sede del Partito Democratico.

«Hanno devastato il Circolo PD Centro Storico e scritto Buridda esiste. Assaltare le sedi di partito è solo fascismo», ha denunciato il segretario provinciale del partito, Alessandro Terrile. La digos ha avviato indagini per risalire agli autori del gesto.

Ferma restando la condanna per questo atto, i manifestanti hanno sottolineato come «in questo momento di estrema sofferenza per la città (Scarpino, Piaggio, Amiu, Riparazioni navali, emergenza abitativa ecc.) il sindaco Doria pensa bene di rispondere con sgomberi e denunce, nascondendosi dietro la più proverbiale ignavia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento