rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

Una targa per ricordare Bruno Ravera, storico fondatore della Lega Nord Liguria

Approvata a maggioranza in consiglio comunale una mozione affinché venga posta all’interno della nuova Fiera di Genova. Davide Rossi (Lega): "Contento che Bruno abbia un ulteriore riconoscimento. Sarà sempre con la gente e per la gente, come usava dire di solito"

Una targa in memoria di Bruno Ravera, storico fondatore della Lega Nord scomparso all'età di 87 anni nel febbraio 2017. Il consiglio comunale di Genova ha approvato a maggioranza una mozione affinché venga posta una targa in sua memoria  all’interno della nuova Fiera di Genova che sta nascendo. Sono stati 23 i voti favorevoli (Lega Salvini Premier, Fratelli d’Italia, Vince Genova, Cambiamo e Forza Italia) a fronte di 13 astenuti (Pd, Movimento 5 Stelle, Lista Crivello, Italia Viva, Ubaldo Santi del Gruppo Misto).

Bruno Ravera era nato a Morbello, ad Alessandria, il 17 Giugno 1929 ma era genovese di adozione.  Tra il 1980 e il 1990 è stato nel capoluogo, ma non solo, un politico di rilievo tanto da fondare Lega Nord e nella regione Lega Nord Liguria. Così, divenne il primo segretario regionale del carroccio contestualmente all'elezione come consigliere regionale nel 1990, essendo a capo della Union Ligure, movimento autonomista e federalista del territorio. In quello stesso periodo storico, fu anche responsabile del Movimento di Liberazione Fiscale attraverso il quale riuscì a far abrogare la tassa di iscrizione all’Iva. Tra i consiglieri comunali a Genova della Lega, Davide Rossi vuole rendergli omaggio. 

"Lo ricordo benissimo, sono preziosi ancora oggi i suoi valori che ho cercato di fare miei, e tutti i suoi insegnamenti - commenta il consigliere della Lega - e fu protagonista in molte situazioni rilevanti per la nostra città, come quando appena sedicenne, con il gruppo partigiano di cui faceva parte per la liberazione di Genova dall'oppressione nazifascista, liberò il futuro primo sindaco di Genova, Vannuccio Faralli. Era stato recluso presso la Casa dello Studente. Raccontava spesso che la sua connotazione antifascista convinta nacque quando a 14 anni si trovò a fare il vivandiere delle guardine presso il carcere cittadino e vide come venivano trattati i prigionieri politici rei di avere la libertà di idee diverse. Avere idee diverse era per lui sinonimo stesso di libertà, e lo è anche per me oggi".

Rossi, attraverso una mozione portata in consiglio comunale ha quindi chiesto di istituire una targa commemorativa a ricordo di Bruno Ravera uomo, partigiano, imprenditore, politico, genovese, da inserire in uno dei luoghi da lui considerati più importanti nel suo percorso di vita, all’interno della nuova Fiera di Genova che sta nascendo.

Il consigliere comunale Davide Rossi poi conclude: "È stato inoltre un grande imprenditore, anche lui ha segnato la storia nel boom economico. Ha portato i Beatles a Genova, ha lavorato nella ristorazione e nel teatro. Infine la sua carriera si è conclusa con il mandato di consigliere Municipale nel Centro Ovest, un quartiere al quale ha dato tanto, gli era grato per averlo accolto in giovane età. Sono contento che Bruno abbia un ulteriore riconoscimento. Sarà sempre con la gente e per la gente, come usava dire di solito. Un motto che spero possa sempre appartenermi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una targa per ricordare Bruno Ravera, storico fondatore della Lega Nord Liguria

GenovaToday è in caricamento