menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blue Print, Doria: «Difficile sapere quali fiere ci saranno nei prossimi anni»

Doria ha risposto che Comune e Regione si sono impegnate per la ricollocazione del personale della fiera. Ma ha poi spiegato che non è possibile sapere con certezza quali fiere potranno essere ospitate negli spazi fieristici nei prossimi anni

Ieri in consiglio comunale, il presidente Guerello ha introdotto un articolo 55 sul bando internazionale, d'imminente pubblicazione, per il concorso di idee relativo al Blue Print.

L'assessore Emanuele Piazza e il sindaco Marco Doria hanno ripercorso i passaggi della delibera. In particolare, il sindaco ha condiviso la proposta di convocare una commissione consiliare a settembre per affrontare la materia, assicurando la presenza della Giunta e ha spiegato che il bando che sta per essere varato è un concorso di progettazione volto a definire le modalità di realizzazione del disegno Blue Print, che si ritiene compatibile con la scelta della riappropriazione urbana degli spazi ex Fiera.

Guido Grillo (Pdl) ha affermato che è stato disatteso un ordine del giorno approvato dal Consiglio insieme al bilancio previsionale, nonché un emendamento relativo ai dipendenti della Fiera. Simone Farello (Pd) ha ricordato che la delibera del 2014 prevedeva, oltre alla modifica del Puc, la sottoscrizione di un accordo urbanistico di pianificazione tra gli enti interessati (Comune, Regione, Autorità portuale). Inoltre, la delibera prevedeva che la gara si concludesse entro la fine del ciclo amministrativo, cosa che appare non molto probabile e che comporterebbe oneri finanziari.

Gianni Vassallo (Percorso Comune) ha rilevato che all'interno dell'amministrazione pare non esserci unità di intenti sulla questione. Gian Piero Pastorino (Fds) ha avvisato che ci sono 18 lavoratori ex Fiera in attesa di ricollocazione, Paolo Putti (M5s) ha osservato che inizialmente si era parlato di spazi commerciali di grandi dimensioni, decisione poi mitigata.

Doria ha risposto che Comune e Regione si sono impegnate per la ricollocazione del personale. Ha poi osservato che, considerato l'andamento del mercato fieristico, non sappiamo con certezza quali fiere potranno essere ospitate negli spazi fieristici nei prossimi anni. Dobbiamo perciò essere pronti a valutare ipotesi diverse. Ciò vale anche per la nautica. Possiamo certo auspicare che le organizzazioni delle aziende produttrici si muovano in modo concorde ma non possiamo ignorare le diverse esigenze o le diverse idee di evento fieristico o di salone. Dobbiamo guardare con attenzione alle attese delle aziende e dialogare con tutte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Costume e società

Da dove deriva il nome del quartiere Marassi?

Coronavirus

Si presenta di notte all'hub per il vaccino, ma trova chiuso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento