menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cantieri sul Bisagno, Toti: «Non lavora nessuno». Burlando: «Informati»

Scontri a colpi di tweet sui lavori per la copertura del Bisagno tra il candidato forzista alle prossime Regionali e il governatore della Liguria

Scontro a colpi di tweet tra il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, e Giovanni Toti, candidato alle prossime elezioni regionali con il sostegno di Forza Italia e Lega Nord: motivo della contesa, i cantieri sul Bisagno inaugurati dal premier Matteo Renzi durante la sua visita nel capoluogo ligure della scorsa settimana.

A lanciare il primo affondo è Toti, che su Twitter ha postato le immagini dei cantieri di viale Brigate Partigiane: «Si discute di lavorare 24 ore al giorno, ma ne lavorassero almeno una - ha cinguettato amaro - Neppure una persona al lavoro. Basta bugie e parate elettorali #cambiamoinsieme». Immediata la replica di Burlando, che dopo avere puntualizzato che «è meglio conoscere i lavori prima di parlare», ha aggiunto che «prima si spostano i servizi per non rimanere senza acqua, luce e gas e poi si procede con la copertura. Due squadre lavorano per spostare sottoservizi in via Diaz e via Santa Zita». Non contento, Burlando ha calcato la mano, cinguettando qualche ora dopo lo scontro che «sono cominciati i lavori per realizzare lo scolmatore del torrente Fereggiano: tra 3 anni Quezzi sarà sicura».

Sulla questione dei cantieri per la copertura del Bisagno, intanto, il dibattito prosegue: al momento dell’inaugurazione, il premier Renzi aveva promesso un’accelerata ai lavori grazie alla firma di un accordo tra governo e sindacati che consentisse agli operai di lavorare su più turni, notturno compreso, e accorciare così i tempi, ma su quest’ultima proposta l’amministrazione comunale ha già espresso perplessità sottolineando i prevedibili disagi che i residenti della Foce dovrebbero sopportare nel caso in cui le operazioni si prolungassero anche durante le ore notturne. Al momento, l’ipotesi più probabile sembra un orario lungo, dalle 6 alle 22, per cinque giorni la settimana, con eventuali prolungamenti riservati alle sole opere a bassa rumorosità.

Attendere un istante: stiamo caricando il sondaggio...

Elezioni Regionali 2015, per chi voti?

Domenica 31 maggio 2015 gli elettori liguri sono chiamati a scegliere il nuovo presidente della Regione. AVVERTENZA: Questa consultazione non ha alcun valore statistico né scientifico, ma è una "manifestazione d'opinione" ai sensi delle direttive dell'Autorità garante delle Comunicazioni. I risultati hanno il solo scopo di permettere ai lettori di genovatoday.it di esprimere il loro parere su temi di interesse generale e attualità.



Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento