menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imu, Tares e partecipate: la giunta Doria alla prova del nove

Quella di oggi potrebbe essere una giornata decisiva per il futuro della giunta Doria. All'ordine del giorno la determinazione delle aliquote Imu, il regolamento della Tares e la riorganizzazione delle partecipate fra cui Amiu

Quella di oggi potrebbe essere una giornata decisiva per il futuro della giunta Doria. Mentre è riunito il consiglio comunale, fuori da palazzo Tursi prosegue la protesta. Ieri la seduta del consiglio è stata parecchio movimentata. Alla ripresa dei lavori alle 14.30, il consigliere Boccaccio, M5s, ha chiesto nuovamente la verifica del numero legale. Constatata la presenza di soli 17 consiglieri, il presidente Guerello ha dichiarato chiusa la seduta.

All’appello risultavano presenti, oltre al sindaco Marco Doria e al presidente dell’assemblea Giorgio Guerello (Pd), i seguenti consiglieri: Maddalena Bartolini (Lista Doria), Antonio Bruno (Fds), Nadia Canepa (Pd), Salvatore Caratozzolo (Pd), Leonardo Chessa (Sel), Simone Farello (Pd), Alfonso Gioia (Udc), Clizia Nicolella (Lista Doria), Alberto Pandolfo (Pd), Gian Piero Pastorino (Sel), Marianna Pederzolli (Lista Doria), Enrico Pignone (Lista Doria), Monica Russo (Pd), Giovanni Vassallo (Pd), Claudio Villa (Pd).

L'abbandono dell'aula da parte degli altri consiglieri ha di fatto reso impossibile proseguire la seduta. I temi sul tavolo erano quelli inseriti nell'ordine del giorno di oggi:

1) Delibera della Giunta al Consiglio n. 229 – Proposta n. 47 del 18/7/2013 -: determinazione delle aliquote e delle detrazioni Imu per l’anno 2013.
2) Delibera della Giunta al Consiglio n. 240 – Proposta  n. 48 del 18/7/2013 -: regolamento per l’applicazione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi.
3) Delibera della Giunta al Consiglio n. 241 – Proposta n. 49 del 18/7/2013 -: piano finanziario degli interventi relativi al servizio di gestione dei rifiuti urbani per l'anno 2013.
4) Delibera della Giunta al Consiglio n. 242 – Proposta n. 50 del 18/7/2013 -: determinazione delle tariffe relative al tributo comunale sui rifiuti e sui servizi per l'anno 2013.
5) Delibera della Giunta al Consiglio n. 239 – Proposta n. 51 del 18/7/2013 -: approvazione del Programma Triennale 2013-2014-2015 e dell'elenco annuale 2013 dei lavori pubblici.
6) Delibera della Giunta al Consiglio n. 253 – Proposta n. 54 del 23/7/2013: Indirizzi in ordine alla definizione dei rapporti economici, finanziari e patrimoniali con Fiera di Genova S.p.A. conseguenti alla realizzazione, da parte della stessa, dell’edificio “Jean Nouvel” e alla detenzione del complesso fieristico.
7) Delibera della Giunta al Consiglio n. 245 - Proposta n. 55 del 25/7/2013: Ricognizione ed indirizzi sul sistema partecipate del “Gruppo Comune”.

In pratica, al vaglio del consiglio comunale c'è l'approvazione del bilancio, al cui interno ci sono temi caldi come la privatizzazione di alcune partecipate, un eventuale aumento dell'Imu e la Tares.

Ieri in sala Rossa i lavoratori di Amiu hanno inscenato una sonora protesta per scongiurare la privatizzazione dell'azienda, mentre Assoutenti ha depositato simbolicamente le chiavi degli appartamenti contro l'aumento dell'Imu. La giornata si è conclusa con una manifestazione spontanea dei lavoratori del teatro Carlo Felice in via Garibaldi.

Marco Doria non molla nonostante le voci critiche, a destra e a sinistra. Per Antonio Bruno (Fds), «è una crisi politica evidente»; per Lilli Lauro (Pdl) «della maggioranza resta un cumulo di spazzatura sparsa e disordinata lungo i corridoi».

«Fare scelte ostruzionistiche quando si tratta di votare delle delibere fondamentali per il funzionamento del sistema comunale mi sembra molto, molto grave», la replica del primo cittadino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento