rotate-mobile
Politica

Tursi: approvato il bilancio, ma Doria è sempre più solo

La giunta Doria, con il sindaco in testa, può tirare un sospiro di sollievo. Ma la giornata di ieri, conclusa a tarda sera con l'approvazione del bilancio, segna anche un duro colpo per la tenuta futura della maggioranza

La giunta Doria, con il sindaco in testa, può tirare un sospiro di sollievo. Ma la giornata di ieri, conclusa a tarda sera con l'approvazione del bilancio, segna anche un duro colpo per la tenuta futura della maggioranza.

Come confermato da Tursi, i consiglieri Stefano Anzalone e Salvatore Mazzei (entrambi Idv) sono confluiti nel Gruppo Misto. Prima del voto lungo confronto tra il sindaco Doria e il capogruppo di Sel Gian Piero Pastorino, che ha minacciato di lasciare la maggioranza se nelle prossime ore sarà votata la delibera sull'ipotesi di parziale privatizzazione di alcune società partecipate.

I voti favorevoli alla delibera sul bilancio sono stati 22, i contrari 11, 2 gli astenuti. Hanno votato sì Pd, Lista Doria, Sel, FDS. L'Udc si è astenuta, mentre si sono detti contrari Pdl, Lega Nord, Lista Musso e Movimento 5 Stelle.

Il problema ora è che un'eventuale fuoriuscita dalla maggioranza di Pastorino metterebbe in seria difficoltà la giunta, al momento sostenuta da ventuno consiglieri (compreso il sindaco) contro venti.

Il sindaco può contare sull'appoggio di Pd, lista Doria, dell’ex Idv (ed ex Pdl) Franco De Benedictis, del vendoliano Leonardo Chessa e lo stesso Doria. La minoranza è formata da: Cinque Stelle, Pdl, lista Musso, Lega Nord, Fds, Udc, l’ex Pdl Mario Baroni e i due dipietristi “pentiti”, Stefano Anzalone e Salvatore Mazzei, passati ieri al gruppo misto.

In queste condizioni governare la città diventa sempre più complicato. Oggi in aula il dibattito sulle partecipate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tursi: approvato il bilancio, ma Doria è sempre più solo

GenovaToday è in caricamento