Martedì, 3 Agosto 2021
Politica

Il Movimento 5 Stelle perde un altro pezzo: lascia anche Battistini

Il consigliere Regionale ha preso la parola durante l'odierna riunione del consiglio per annunciare l'auto sospensione. E' il quinto dopo i consiglieri comunali Putti, Muscarà, De Pietro e Burlando

Il Movimento 5 Stelle ligure perde un altro pezzo: dopo la “fuga” dei quattro consiglieri comunali, confluiti nel gruppo “Effetto Genova”, anche Francesco Battistini, consigliere regionale dei pentastellati, in mattinata si è autosospeso ed è passato al Gruppo Misto.

L’annuncio è arrivato nel corso del consiglio Regionale odierno, durante il quale Battistini ha preso la parola spiegando tra lo stupore generale che «dovevamo essere la rivoluzione culturale del Paese, e invece ci stiamo dimostrando peggio degli altri partiti. Il tempo del predicare bene e razzolare male deve considerarsi concluso». Battistini ha poi chiesto una sospensione del consiglio per «prendere le distanze da questa deriva, come hanno fatto prima di me 4 dei 5 consiglieri comunali, e come faranno altri dopo di me».

Immediata la reazione del Movimento 5 Stelle, che in una nota ha fatto sapere che «prendiamo atto della decisione del consigliere, presa in un momento quanto mai inappropriato: interrompendo il consiglio Regionale dedicato alla discussione del reddito di cittadinanza. Ora sia coerente con le sue scelte, si dimetta dal consiglio Regionale, per rispetto delle centinaia di migliaia di cittadini che hanno votato il M5S e credono nel programma». 

«Usare il consiglio Regionale come palco personale per comunicare la propria uscita dal gruppo, nel giorno della discussione sul reddito di cittadinanza, rappresenta uno schiaffo grave ai cittadini che attendevano questa data storica per la Liguria, da sempre al primo posto del programma del M5S grazie a cui Battistini è stato eletto - continuano i rappresentati dell'M5S in Regione - Quando si cambia idea bisogna assumersi fino in fondo le proprie responsabilità e abbandonare la poltrona. Altrimenti significa che siamo di fronte all'ennesima manovra da vecchia politica, ormai diventata una triste abitudine nella repubblica dei voltagabbana. Battistini si assuma le sue responsabilità e si dimetta».

Sull'addio di Battistini è intervenuto anche il presidente della Regione, Giovanni Toti, che a margine del consiglio ha commentato: «Qualcuno trova il coraggio di fuggire dalla bolla di ipocrisia e falso moralismo del blog. Caro Francesco, non la pensiamo spesso allo stesso modo, ma ti auguro in bocca al lupo per la tua nuova avventura politica. E unna reazione è arrivata anche dal Pd, con Raffaella Paita che in una nota ha fatto sapere che «l'uscita di Battistini dal Gruppo del Movimento 5 Stelle ha messo in evidenza una spaccatura più grossa del previsto fra i grillini. Melis per esempio non ha neppure votato. Il M5S ligure è in pieno caos. La democrazia è stata azzerata. I Cinque Stelle hanno dimostrato ancora una volta, dopo i disastri di Roma, di essere inadeguati a governare Genova e Spezia».

Battistini nelle scorse settimane era stato deferito ai probiviri dopo un’intervista in cui si era detto “solidale” con la decisione dei consiglieri comunali Paolo Putti, Mauro Muscarà ed Emanuela Burlando di lasciare il Movimento 5 Stelle. L’annuncio era arrivato a fine gennaio direttamente da Beppe Grillo, con un “post scriptum” a un post sul suo blog dal titolo “#effettocadrega”, in cui il leader dell’M5S puntava il dito contro chi aveva violato il cosiddetto “vincolo di mandato”.

Nelle settimane successive, però, nessuna notizia era più trapelata sul destino di Battistini, che alla fine ha deciso di lasciare il gruppo dopo diverse divergenze d’opinioni. In Regione restano dunque Alice Salvatore, Fabio Tosi, Marco De Ferrari, Andrea Melis e Gabriele Pisani. A Tursi, invece, dopo la decisione da parte di Stefano De Pietro di seguire i colleghi unirsi a Effetto Genova, con l’insegna del Movimento rimane soltanto Andrea Boccaccio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Movimento 5 Stelle perde un altro pezzo: lascia anche Battistini

GenovaToday è in caricamento