rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Politica

Bassa Val Bisagno, polemica in Municipio. L'opposizione: "Negato il diritto di parola"

Il consigliere del Pd Luca Mastropietro attacca la giunta per aver negato la presentazione di un'espressione di sentimento su don Lorenzo Milani. Il presidente Guidi replica: "Non era ammissibile secondo il regolamento"

Polemica nel Municipio Bassa Val Bisagno dopo la seduta di giovedì 26 gennaio 2023. L'opposizione, per voce di Luca Mastropietro del Partito Democratico, attacca la giunta per aver negato la presentazione di un'espressione di sentimento per ricordare le parole di don Lorenzo Milani nel centenario dalla nascita e ragionare sull'opportunità di ampliare al massimo la partecipazione dei cittadini favorendo il dibattito su temi strategici della vallata. Secondo il presidente Angelo Guidi l'espressione di sentimento non era ammissibile a norma di regolamento. 

Mastropietro (Pd): " È bastato rivendicare l'argomento Skymetro per vedersi negato il diritto di parola"

"Che questa giunta tentasse di ridurre la partecipazione civica sulle questioni strategiche era una questione evidente da tempo - sostiene il consigliere Mastropietro -. Che questa modalità arrivasse a impedire l'espressione di sentimento di un consigliere municipale in seduta pubblica è una cosa che ho scoperto stasera. A nome dell'opposizione del Municipio avevo presentato un'espressione e di sentimento per ricordare le parole di don Lorenzo Milani, di cui ricorrono i 100 anni dalla nascita: 'Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortirne insieme è politica. Sortirne da soli è avarizia'. Il ragionamento continuava sull'opportunità di ampliare al massimo la partecipazione dei cittadini favorendo il dibattito su temi strategici della vallata, quali lo Skymetro e gli Assi di forza del Trasporto Pubblico locale. 

"Le due commissioni di approfondimento - prosegue Mastropietro - sono infatti state fissate alle 8.30 del mattino i prossimi 1 e 3 febbraio, orario secondo noi pensato proprio per non favorire la partecipazione pubblica. È bastato rivendicare questo argomento per vedersi negato il diritto di parola. Pensiamo sia un fatto grave, senza precedenti negli ultimi 10 anni. Don Milani - conclude - ripeteva sempre 'I care', letteralmente 'Me ne importa, mi sta a cuore': un motto che ancora oggi ci aiuta a capire chi, nel rispetto del proprio ruolo e nel rispetto dei pieni valori democratici intende aprire un dibattito fino ad ora evitato e chi invece sceglie di allontanare, dividere e silenziare".

Il presidente Guidi: "Non era un'espressione di sentimento, ci sono altri strumenti"

Respinge le accuse il presidente Angelo Guidi: "L'espressione di sentimento, da regolamento, dovrebbe prevedere argomenti che non sono stati trattati all'interno del Municipio, temi eccezionali o straordinari come le due che ci sono state ieri per ricordare Gianluca Vialli e Papa Ratzinger. Questa, secondo me, non lo era perché non ne conteneva gli elementi necessari. Per chiedere chiarimenti si possono fare mozioni o interrogazioni, che sono strumenti della democrazia del Municipio, oppure chiedere la convocazione di una Commissione, come è stato fatto per assi di forza e skymetro".

Il presidente della Bassa Val Bisagno replica anche sulla polemica relativa all'orario di convocazione delle Commissioni su Assi di forza e Skymetro: "Io, come molte altre persone, inizio a lavorare alle 7 del mattino. Dire che alle 8:30 sarebbe troppo presto per non favorire la partecipazione mi sembra una cosa pretestuosa. Il regolamento non prevede nulla sugli orari, abbiamo rispettato il termine per la convocazione e abbiamo chiesto all'assessore Campora la disponibilità, arrivata in quella fascia oraria. Non ho mai nascosto la mia posizione favorevole su questi due progetti - conclude Guidi - e credo che il voto dei cittadini abbia premiato la nostra coalizione anche in un contesto dove questa opportunità non c'era stata in passato. Lavoriamo con il Comune perché questi progetti si vadano a integrare al meglio su territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassa Val Bisagno, polemica in Municipio. L'opposizione: "Negato il diritto di parola"

GenovaToday è in caricamento