rotate-mobile
Politica

Basko e Sogegross pronte a investire 100 milioni di euro su Genova

«L'unico caso di risposta negativa è l'area di verde strutturato a Nervi, dove si è negato il permesso. Sogegross ha fatto ricorso». A chiarirlo è stato il vice sindaco, Stefano Bernini

Question time particolarmente denso di argomenti ieri in consiglio comunale. Stefano Anzalone (Gruppo Misto) si è rivolto alla giunta per chiedere chiarimenti su Basko: sessanta milioni di investimenti fermi.

Anzalone: «amministratori delegati di Sogegross e di Basko lamentano che il Comune e la Regione non rispondono loro, pur avendo a disposizione 100 milioni di euro per investimenti. Perché un'azienda che dispone di risorse, in una realtà come quella genovese, non ha un interlocutore? La civica amministrazione ha forse una visione più ampia, ci sono risposte per quest'azienda?». 

La replica del vice sindaco Stefano Bernini: «le dichiarazioni dell'amministratore delegato sono certamente influenzate dalle recenti posizioni della Regione, che sembra orientata ad aprire il mercato genovese a un altro grande distributore. Non risulta che il Comune stia bloccando qualche iniziativa. Per l'area ex Boero c'erano dei vincoli e il progetto è stato modificato; sull'area dell'ex cotonificio c'è stata la massima collaborazione del Comune, con un intervento anche di Società per Cornigliano, che ha ceduto un terreno per il posteggio. Ci sono problemi per l'intervento da parte di Anas sulla strada a mare. In via Perini, a Campi, il permesso di costruire c'è anche se i lavori non sono iniziati. L'unico caso di risposta negativa è l'area di verde strutturato a Nervi, dove si è negato il permesso. Sogegross ha fatto ricorso».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basko e Sogegross pronte a investire 100 milioni di euro su Genova

GenovaToday è in caricamento