rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Politica

Ampliare il bonus rottamazione mezzi inquinanti: ok alla richiesta bipartisan

Due mozioni - una della Lega e l'altra di Pd e Genova Civica - sono state approvate in consiglio comunale: ecco cosa propongono

Sono state approvate in consiglio comunale, con parere favorevole della giunta, due mozioni che chiedono al Comune di estendere il bando di contributi per la sostituzione delle auto inquinanti, e aumentare il massimale.

Gli atti sono stati presentati uno dalla Lega e l'altro da Pd e Genova Civica.

Il bando per i contributi per la sostituzione dei veicoli

Nell'ambito dell'approvazione schemi di accordo tra la Regione Liguria e i comuni di Genova e La Spezia, finalizzati alla realizzazione di interventi rivolti al miglioramento della qualità dell'aria (e con l'assegnamento di più di 18 milioni al capoluogo ligure), il Comune di Genova ha emanato un bando di accesso a contributi per la sostituzione di autoveicoli privati, commerciali, per il servizio taxi e Ncc e di ciclomotori e motoveicoli oltre che contributi per l’acquisto di biciclette elettriche a pedalata assistita.

Il bando prevede per i privati 800 euro per l’acquisto di e-bike, moto e scooter ibridi ed elettrici, ibride ed elettriche; 9.000 euro per veicoli elettrici e idrogeno, 6.000 per ibrido euro 6D-temp o successivo; 5.000 euro per metano, gpl, benzina-metano, benzina-gpl euro 6D-temp o successivo; 4.000 euro per benzina euro 6D-temp o successivo e diesel euro 6D-temp o successivo; per le imprese, partite Iva ed enti del terzo settore, fino all’acquisto di 5 veicoli, 9.000 euro per autoveicoli elettrici, a idrogeno, mezzi commerciali fino a 1,3 tonnellate elettrici e a idrogeno; 6.000 euro per ibridi e mezzi commerciali fino a 1,3 tonnellate ibridi, metano e benzina-metano; 5.000 euro per veicoli a metano, benzina-metano e gpl, benzina-gpl, mezzi commerciali fino a 1,3 tonnellate elettrici, a idrogeno e benzina-gpl; 4.000 euro per benzina e gasolio euro 6D-temp o successivo, mezzi commerciali fino a 1,3 tonnellate benzina e gasolio euro 6D-temp o successivo; 800 euro per ciclomotori e motoveicoli ibridi ed elettrici e per cargo-bike a pedalata assistita o trazione elettrica.

Le mozioni: sperimentare MoVe-In, estendere il bando di contributi e aumentare la cifra

Considerato che con un'ordinanza firmata a febbraio sono state disposte, tra l’altro, limitazioni alla circolazione in un’area perimetrata del Comune di Genova (Area 1) e che la Regione Lombardia ha avviato l’uso dell’app MoVe-In, che introduce modalità innovative per il controllo delle emissioni degli autoveicoli attraverso il monitoraggio delle percorrenze, le mozioni hanno impegna il sindaco e la giunta "ad informare la competente commissione consiliare che dovrà essere all’uopo convocata, se, attraverso la cabina di regia di cui in premessa, risultino economie derivanti dal contributo di € 18.162.500,00 concesso al Comune di Genova per l’ammodernamento del parco circolante". In caso affermativo, si può valutare la possibilità di utilizzarle per le seguenti iniziative, dopo un confronto con Regione Liguria e ministeri competenti:

  • avviare la sperimentazione dell’app MoVe-In (MOnitoraggio dei VEicoli Inquinanti, introdotta da Regione Lombardia e attualmente utilizzata anche da Regione Piemonte e Regione Emilia Romagna);
  • a valutare di estendere il bando di contributi per l’acquisto di mezzi non inquinanti anche ai residenti nella Città Metropolitana di Genova, alle Mpmi, ai lavoratori autonomi residenti nella Città Metropolitana di Genova e agli enti del terzo settore con sede legale e operativa nella Città Metropolitana di Genova;
  • aumentare il massimale di contributo previsto dal bando emanato dal Comune di Genova per l’acquisto di veicoli commerciali.

Sulla mozione della Lega sono stati presentati 4 emendamenti: il primo dal consigliere Vincenzo Falcone di Fratelli d’Italia e gli altri dalla consigliera del Pd Cristina Lodi: sono stati tutti accolti dal consigliere Federico Bertorello che ha illustrato il documento. L’assessore Campora ha espresso parere favorevole a nome della giunta e la mozione è stata approvata con 34 voti. Unico contrario, il consigliere Mattia Crucioli di Uniti per la Costituzione.

Sulla seconda mozione, quella di Pd e Genova Civica, è stato presentato un emendamento dal consigliere Vincenzo Falcone di Fratelli d’Italia, accettato dalla proponente. Anche in questo caso l’assessore Campora ha dato parere favorevole a nome della Giunta e la mozione, compresa dell’ordine del giorno, è stata approvata all’unanimità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ampliare il bonus rottamazione mezzi inquinanti: ok alla richiesta bipartisan

GenovaToday è in caricamento