Scandroglio (Pdl): «Falcone, ricordiamo un magistrato esemplare»

L’onorevole Michele Scandroglio (Pdl), a margine della messa di commemorazione di Giovanni Falcone, svoltasi stamane a Roma, ha ricordato il magistrato: «come un modello di fedele servitore dello Stato, come preclaro esempio da seguire»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

«Nel ventesimo anniversario della strage di Capaci, ricordiamo Giovanni Falcone come un modello di fedele servitore dello Stato, come preclaro esempio da seguire nella lotta alla criminalità organizzata, come uomo libero e come magistrato coraggiosamente autonomo. La sua azione ha rappresentato uno snodo fondamentale nel contrasto alla mafia».

È quanto ha dichiarato l’onorevole Michele Scandroglio (Pdl), a margine della messa di commemorazione di Giovanni Falcone, svoltasi stamane a Roma su iniziativa del segretario politico del Pdl, Angelino Alfano. «I progressi fatti e i successi ottenuti in questi ultimi anni dallo Stato contro la criminalità organizzata – ha detto ancora Scandroglio – difficilmente sarebbero stati possibili senza le intuizioni, i metodi investigativi, gli insegnamenti lasciati in eredità da Falcone. Oggi che tutti ne esaltano l’opera – ha concluso il deputato del Pdl – non dobbiamo però dimenticare l’ostilità ideologica di cui fu oggetto. Ostilità che creò attorno alla sua figura un clima pessimo. Furono pronunciate contro di lui, anche da parte di alcuni di coloro che ora si proclamano suoi epigoni, parole che pesarono come pietre».

Torna su
GenovaToday è in caricamento