«Ambulanza a pagamento per chi fa incidenti drogato o ubriaco», la proposta in Regione

Primo firmatario il capogruppo regionale della Lega, Alessandro Piana: il testo è stato presentato in Commissione Sanità, e prevede di addebitare i costi del soccorso a chi si mette alla guida sotto l'effetto di alcol o droghe

«Chi fa un incidente mentre è ubriaco e drogato e deve ricorrere all’ambulanza paghi il soccorso»: questo, in estrema sintesi, il principio alla base della mozione che Alessandro Piana, capogruppo regionale della Lega, ha presentato nel corso della riunione della Commissione regionale sulla Sanità.

Si tratta di una versione riveduta e corretta della proposta di cui si era iniziato a parlare due anni fa proprio in Regione, rimandata poi in Commissione per la discussione dei dettagli. L’idea è di far sostenere i costi dell’intervento di soccorso a chi si mette alla guida ubriaco o sotto l’effetto di droghe, un provvedimento che Piana ha definito «di buon senso, perché ormai le ambulanze, in particolare nei fine settimana, risultano spesso impegnate in soccorsi di questo genere e non sono poi disponibili per altri interventi - ha reso noto il consigliere leghista - Oggi sono in costante aumento i ferimenti, o peggio, i decessi dovuti alla guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: anche i volontari delle Pubbliche Assistenze operative sul nostro territorio effettuano costantemente soccorsi per incidenti stradali causati da conducenti di veicoli che poco prima avevano assunto alcol o droghe».

La mozione impegna dunque la giunta a chiedere al Governo di modificare la normativa vigente, al fine di prevedere il pagamento del servizio di trasporto in ambulanza a carico del maggiorenne soccorso e risultato alla guida con un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: «l’addebito del costo relativo al trasferimento in ambulanza, che peraltro incide notevolmente sul bilancio del Sistema Sanitario pubblico, rappresenta senz’altro un messaggio sociale importante con una forte connotazione educativa soprattutto per i nostri giovani», ha concluso Piana.

Il testo verrà analizzato in Commissione con le audizioni necessarie, per poi essere eventualmente sottoposto al consiglio Regionale. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Tragedia a Rapallo, 32enne trovato morto per strada

  • Armato di pistola fa irruzione in pizzeria e minaccia la titolare: paura a Bolzaneto

  • Amt, l'orario invernale porta con sé alcune novità

  • Sorpassa una volante dei carabinieri e li insulta

Torna su
GenovaToday è in caricamento