rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Politica

Trasporto pubblico provinciale, M5S: "Servono più corriere nelle ore di punta"

Con l'inizio dell'anno scolastico si sono verificate alcune criticità nel trasporto pubblico provinciale, con le corriere affollate dai ragazzi diretti a scuola e dai pendolari. Il Movimento 5 Stelle chiede un incremento delle corse nelle prime ore del mattino

L'inizio dell'anno scolastico porta con sé un fisiologico incremento del traffico veicolare sulle strade genovesi e un 'assalto' ai mezzi di trasporto pubblico, specialmente nelle prime ore del mattino, quando gli studenti devono entrare nelle classi. A livello Comunale non si sono registrati particolari disagi, maggiori criticità si sono verificate invece nel trasporto pubblico provinciale, che è svolto dalle corriere di Amt (ex Atp).

 È Luca Pirondini, candidato del M5S all’uninominale al Senato, a denunciare quanto accaduto nella giornata di mercoledì 14 settembre, quando in molte scuole di Genova è suonata la prima campanella dell'anno. Le difficoltà maggiori ci sono state nella tratta che collega la riviera di levante, e nello specifico il golfo Paradiso, con il centro città. Il M5S, in una nota, ha riferito:

"Crediamo che anche i sassi sapessero che il 14 settembre sarebbe suonata la prima campanella scolastica. Centinaia di ragazze e ragazzi, dal Levante della Città Metropolitana si devono quindi dirigere verso Genova per raggiungere le rispettive scuole superiori. Trasporto pubblico locale garantito? No. Apprendiamo che un gruppo numeroso di studenti in attesa all’ultima fermata ATP, e cioè Bogliasco, è rimasta a piedi: corriera full sia alle 7.11 che alle 7.16. Non è normale che si siano dovute attivare le famiglie per andarli a prendere e portarli a scuola".

Dopo la incorporazione di Atp in Amt, il servizio di trasporto pubblico provinciale è gestito dalla municipalizzata del Comune di Genova, che sulle tratte extraurbane impiega le corriere Iveco. I mezzi sono pensati per percorrere tratte più lunghe e per avere una maggiore capienza, ma il numero di corse risulta spesso insufficiente per accogliere tutti i passeggeri – studenti e lavoratori - che il mattino si recano verso il centro città.

Il Movimento 5 Stelle, attraverso le parole di Luca Pirondini, ha poi affermato: "Per avere la certezza di salire, in futuro, che cosa devono fare? Prendere, sempre sperando non sia piena, quella delle 6.46? E poi? Bivaccare davanti alle rispettive scuole per un’ora circa in attesa di entrare? ATP, che poi è AMT da quando le due società sono state fuse per volere delle politiche di accentramento portate avanti dal Comune di Genova, non pensa sia il caso di mettere qualche corriera extra negli orari di punta del mattino, quando molti lavoratori oltre che centinaia di studenti devono raggiungere il capoluogo?”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico provinciale, M5S: "Servono più corriere nelle ore di punta"

GenovaToday è in caricamento