Mimoto, nuovo servizio di scooter sharing elettrico

Il servizio è senza vincoli di parcheggio o di stazioni di ricarica e senza chiavi: localizzato l'eScooter più vicino tramite App, si prenota, si parte e una volta terminato il noleggio si lascia il mezzo in un qualunque parcheggio

Arriva a Genova MiMoto, servizio di scooter sharing elettrico già attivo nelle città di Milano e Torino, in partnership con IrenGo. Gli eScooter MiMoto dalla livrea gialla hanno già percorso circa 2 milioni di km, risparmiando oltre 350 mila kg di emissioni di CO2 in atmosfera. A Genova, MiMoto e IrenGo si prefiggono come scopo comune quello di rendere la città più vivibile e smart, facilitando gli spostamenti urbani con particolare attenzione all’ambiente e con una user-experience semplice e alla portata di tutti.

Con una flotta di 100 eScooter nei primi mesi dal lancio, il servizio garantisce infatti un’offerta:

  • ecosostenibile al 100%, con mezzi alimentati da energia green e made in Italy, proveniente dalle centrali elettriche del gruppo Iren;
  • easy-to-use, grazie ad un mezzo di soli 80 kg, leggero, facile da guidare e progettato per la mobilità urbana;
  • economica con tariffe automatiche per tutte le tasche e con la logica di “Più Noleggi, Meno Paghi”: 0.01 euro l'iscrizione con 5 euro di noleggio inclusi e una tariffa di listino al minuto di 0.26 euro, oraria di 4,90 euro e giornaliera 19.90 euro,
  • efficiente perché riduce drasticamente i tempi di viaggio, facendo risparmiare tempo all’utente.

Ogni scooter MiMoto è omologato per due passeggeri e ha in dotazione due caschi dotati di profumatori igienizzanti nel bauletto al cui interno sono disponibili anche delle cuffiette igieniche usa e getta. Inoltre, il servizio è free floating, ovvero senza vincoli di parcheggio o di stazioni di ricarica e senza chiavi: localizzato l'eScooter più vicino tramite App, disponibile per iOS e Android, si prenota, si parte e una volta terminato il noleggio si lascia il mezzo in qualunque punto consentito dal codice della strada all'interno dell'area coperta dal servizio, che comprende tutto il centro della città di Genova, includendo i principali punti d'interesse del capoluogo quali ad esempio Albaro, San Vincenzo, Foce, Boccadasse etc. Come in tutte le città in cui è attivo il servizio, l'area operativa iniziale è un “work in progress” e sarà adattata e modificata alle esigenze dei cittadini. Tuttavia, tale perimetro non deve essere inteso come un limite insuperabile, ma solo un confine entro cui rilasciare il noleggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorbillo apre a Genova: «Pizza gratis per tutti»

  • Scopre la morte della madre e si uccide gettandosi dal Monoblocco

  • Ucciso il cinghiale "educato" che attraversava sulle strisce guidato dal vigile

  • Molesta i clienti del ristorante e morde i carabinieri, ricoverata in tso

  • Orche in porto, interviene il Ministero: «Probabilmente sono malate»

  • Dal cibo all'allontanamento forzato: ecco perché non si possono aiutare le orche in porto

Torna su
GenovaToday è in caricamento