Manutenzione e pulizia dell'aria condizionata dell'auto

Quando e come eseguire la manutenzione e la pulizia dell’impianto di aria condizionata

Non manca molto all'inizio dell’estate, è quindi importante avere un condizionatore in buono stato per affrontare i torridi mesi estivi, o il caldo-umido caratteristico di Genova. Il condizionatore, come ogni altra parte della nostra automobile, va controllato e pulito periodicamente per garantire il suo corretto funzionamento e la salute delle nostre vie respiratorie.

E’ quindi, importante recarsi almeno una volta l’anno da un professionista che verificherà il funzionamento di tutte le sue parti e la sostituzione delle componenti usurate. In generale le operazioni da effettuare sono:

- sostituzione o rabbocco del liquido refrigerante 
- controllo del livello dell'olio nel compressore
- sanificazione dell'impianto per rimuovere batteri e funghi
- sostituzione filtro antipolline

Sostituzione filtro antipolline 

Partiamo dal filtro antipolline che va pulito o sostituito una volta l'anno o ogni 15.000 km, seguendo anche il programma di tagliandi della nostra vettura. Il filtro inoltre va cambiato se si nota una ventilazione dell’auto debole, l’incremento di cattivi odori provenienti dal climatizzatore e vetri sempre più appannati. Filtro che non solo raccoglie il polline, ma che va anche a catturare polvere, sporco e sostanze nocive presenti nell'aria e sulla strada.

Se abbiamo le giuste competenze è anche possibile ricorrere al fai da te. Sul mercato sono disponibili due grandi famiglie di filtri: in fibra e/o carta (la tipologia più economica) e ai carboni attivi, più costosi ma anche più efficaci perché vanno a rimuovere dall’aria numerose sostanza nocive per la nostra salute.

Sanificazione del climatizzatore auto

Un'altra operazione da effettuare durante la manutenzione dell'impianto di aria condizionata dell’auto è la rimozione di funghi, muffe e batteri che tendono facilmente a proliferare al suo interno. Operazione che può essere eseguita anche ricorrendo al fai da te, acquistando prodotti specifici, disponibili sia in formato spray che in schiuma. Prodotti da applicare, seguendo le indicazioni fornite dal produttore con l’impianto ed il ricircolo acceso, nell'alloggiamento del filtro antipolline e all’interno delle varie bocchette d'aria dell’auto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento