La Torrefazione Bocchia di Avegno tra le 25 migliori in Italia

Si tratta di una delle 25 torrefazioni scelte per far parte de "L'eccellenza delle torrefazioni italiane", la prima guida digitale realizzata da De'Longhi e Slow Food Educazione

La Torrefazione Bocchia Caffè di Avegno è una delle 25 torrefazioni italiane scelte per far parte de “L’eccellenza delle torrefazioni italiane”, la prima guida digitale, realizzata da De’Longhi e Slow Food Educazione.

La scelta delle torrefazioni da inserire nella guida è stata difficile e complicata: Gabriella Baiguera, autrice ed esperta di caffè, ha girato l’Italia per circa 3 mesi durante i quali ha raccolto le storie, studiato i metodi di lavorazione del caffè, valutato le origini o miscele proposte e solo al termine di questo importante lavoro ha selezionato le migliori 25 che sono oggi presenti ne “L’eccellenza delle torrefazioni italiane”.

Bocchia Caffè vanta una tradizione che profuma di caffè dal 1958, anno in cui il fondatore Tosello Bocchia apre il primo punto vendita in via Torti a Genova, presto seguito da altri due locali nel capoluogo. A partire dal 1971, si arriva poi all’ampliamento dell’attività, dispiegata in un arco di cittadine del Levante. Da allora, la Torrefazione Bocchia continua a proporre miscele d’autore esaltate dalla lenta tostatura artigianale dei migliori chicchi.

«La nostra è una storia di passione, ispirata da tre principi: qualità, varietà e cortesia. Siamo quindi onorati e orgogliosi – dichiara Raffaella Bocchia, titolare della Torrefazione Bocchia Caffè - di aver preso parte a questo grande e importante progetto sull’eccellenza delle torrefazioni italiane con partner di altissimo livello come Slow Food e De’ Longhi».

La guida, consultabile on line e scaricabile gratuitamente dal sito www.torrefazionidelonghi.it, ha l’obiettivo di orientare i cultori del caffè e i semplici appassionati, non solo nella scelta di caffè tra i migliori disponibili in Italia, ma anche nel suggerire i luoghi dove poter trovare le lavorazioni più artigianali, esclusive o storiche.

Nella guida, viene spiegato che i sette caffè Arabica che compongono la miscela di Bocchia sono coltivati in Portorico, Costarica, Messico, Brasile, Nicaragua, Guatemala ed Etiopia. Dunque un’unione di varietà d’America con un’Arabica d’Africa per un espresso dolce e intensamente aromatico. La crema dell’espresso è di spessore e di tono nocciola brillante, la miscela è dolce ed equilibrata, prevalgono i sentori di noci, nocciole, arachidi e mandorle. Persiste a lungo, mieloso. Di certo un buon caffè per l’americano: in tazza grande si diluisce e si stempera la nota leggermente acerba forse dovuta alla presenza nella miscela di svariate origini dell’America centrale. Crème caramel con panna montata e semifreddo alla vaniglia accrescono i pregi della miscela; un gin in stile contemporaneo, molto aromatico, aggiunge un po’ di profumi d’Europa

Potrebbe interessarti

  • La triste leggenda del costruttore della Lanterna

  • La curiosità: la moglie di Oscar Wilde è sepolta a Genova

  • La leggenda dei sabba delle streghe tra Mignanego e Savignone

  • Il fantasma "maleducato" delle Mura dello Zerbino

I più letti della settimana

  • Tragedia a Busalla, donna incinta trovata morta in casa

  • Weekend lungo di Ferragosto a Genova e provincia: fuochi d'artificio, sagre, cultura e tanto altro

  • Scossa di terremoto avvertita anche in Liguria

  • Pensionata scomparsa da Sampierdarena, ritrovata dopo 24 ore di ricerche

  • Litigio tra ubriachi sulla spiaggia di Voltri, paura tra i bagnanti

  • Tentata rapina a Bolzaneto, giovane turista accoltellata davanti al figlio

Torna su
GenovaToday è in caricamento