menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centri servizi per l'immigrazione a Genova

La presenza di cittadini stranieri a Genova è cresciuta progressivamente a partire dalla fine degli anni ’80 del secolo scorso

Genova si sta caratterizzando sempre di più in questi anni come una città multiculturale.

La presenza di cittadini stranieri è cresciuta progressivamente a partire dalla fine degli anni ’80 del secolo scorso ed oggi i residenti non aventi la cittadinanza italiana sono oltre 50.000 (la comunità più numerosa, fin dal 1999, è quella ecuadoriana dopo un lungo predominio di quella marocchina).

E in città sono sorti diversi centri servizi in grado di fornire informazioni circa la possibilità di svolgere corsi di formazione e anche in grado di orientare le persone verso le reali possibilità di inserimento sul mercato del lavoro. Nonché importanti progetti per l'integrazione e l'inclusione.

Ecco alcuni siti con informazioni utili sui servizi offerti a Genova:

  • Prefettura, ufficio territoriale del Governo di Genova: esiste lo sportello unico per l'immigrazione che rilascia anche tutte le informazioni per le assunzioni di lavoratori stranieri. Vai al sito
  • Arci Solidarietà Genova si occupa di immigrazione, con numerose attività per favorire l'integrazione sociale, culturale e lavorativa dei cittadini immigrati. Vai al sito.
  • Anolf è l'Associazione Nazionale Oltre le Frontiere, e c'è una sezione regionale anche in Liguria che porta avanti progetti di formazione anche professionale. Vai al sito
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento