menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sono positivo al covid-19: come smaltisco i miei rifiuti a Genova? La guida

Le persone che stanno facendo la quarantena in casa devono sospendere la raccolta differenziata e conferire tutti i rifiuti, indipendentemente dalla natura, nei sacchi e nel contenitore del kit fornito da Amiu.

Forse non tutti lo sanno, ma chi ha il covid e si sta curando a casa deve seguire alcune regole specifiche anche per lo smaltimento dei rifiuti. Gli stessi infatti sono contaminati, e in più chi ha il coronavirus non può uscire di casa per buttare la spazzatura, dunque a Genova c'è un servizio specifico gestito da Amiu.

In base all’ordinanza della Regione Liguria n. 75/2020, le persone positive sottoposte a quarantena domiciliare obbligatoria, di cui Asl e Protezione Civile comunale sono a conoscenza, devono sospendere la raccolta differenziata e conferire tutti i rifiuti, indipendentemente dalla natura, nei sacchi e nel contenitore del kit fornito da Amiu.

Uno speciale kit rifiuti per chi è positivo

Nella "cassetta degli attrezzi" si trovano un contenitore, due sacchetti con chiusura ermetica - in cui andranno tutti i rifiuti, sospendendo dunque la differenziata - e due fascette.

Le utenze, non rientranti negli elenchi Asl, non possono essere prese in carico da Amiu, senza autorizzazione Asl:  gli aventi diritto sono invitati a richiedere al medico di famiglia l’attivazione del servizio.

La quantità di contenitori, sacchetti e fascette è stimata in base al numero di persone presenti nel domicilio e alla durata della quarantena: in fase di pianificazione della consegna del kit, Amiu provvede, in modo diretto o tramite ditta incaricata, a verificare il fabbisogno effettivo.

L’utente deve conferire il rifiuto nei sacchetti da riporre chiusi nel contenitore: quando pieno, il contenitore va sigillato con le fascette e conservato in casa, fino al giorno previsto per il ritiro. Questa procedura deve essere applicata fino al termine del periodo di quarantena, indicato da Asl e Protezione Civile comunale.

Escluso casi particolari, i contenitori sono ritirati con frequenza settimanale (in base anche alle utenze servite in quel momento) e nei giorni subito dopo il termine della quarantena: il giorno del ritiro l’utente sarà contattato da un incaricato Amiu per concordare orario di esposizione del contenitore fuori di casa.

Contatti

In caso di prolungamento del periodo di isolamento va data tempestiva  comunicazione a: tel. 010 8980800  - contatti@amiu.genova.it.

Stessi riferimenti per ulteriori contenitori, sacchetti e fascette.

La restante utenza, se positiva, deve sempre fare riferimento al medico di medicina generale, istituzionalmente abilitato, a inserire, in tempo reale, l'assistito nel programma Asl/Alisa dedicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento