menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo protocollo d'intesa sulla telefonia Mobile

L'obiettivo è garantire la corretta informazione, il monitoraggio, il controllo degli impianti per assicurare la coerenza degli interventi riguardanti le infrastrutture di telecomunicazioni con la tutela dell'ambiente e della popolazione

Viene firmato oggi presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi alle ore 17 il Protocollo di Intesa che disciplina l'installazione, il monitoraggio, il controllo e la razionalizzazione degli impianti per la telefonia mobile.

L'intesa è siglata dall'assessore all'ambiente del Comune di Genova, Italo Porcile, dai rappresentanti dei soggetti titolari di concessione del servizio di telefonia cellulare, Arpal, Municipi, Legambiente e Italia Nostra.

Il Protocollo scaturisce da un percorso condiviso con Municipi, Gestori e associazioni, rimodula il documento alla luce della nuova normativa e ne aggiorna i contenuti rispetto all'attuale contesto sociale e territoriale. L'obiettivo è garantire la corretta informazione, il monitoraggio, il controllo degli impianti per assicurare la coerenza degli interventi riguardanti le infrastrutture di telecomunicazioni con la tutela dell'ambiente e della popolazione. Il documento disciplina anche la realizzazione di nuovi siti con la finalità di minimizzare l'impatto elettromagnetico e quello architettonico-paesaggistico.

È previsto anche un Piano-programma annuale di sviluppo della rete, un documento che ogni singolo Gestore dei servizi di telefonia mobile presenta a uno specifico Gruppo di Lavoro formato dall'assessore all'ambiente e da rappresentanti di Direzione Ambiente e Igiene del Comune di Genova, Arpal, Municipi, singoli Gestori e associazioni che hanno sottoscritto il Protocollo.

Questo Gruppo ha il compito di tenere sotto controllo l'applicazione del Protocollo, verificare lo stato evolutivo delle tecniche di monitoraggio dei campi elettromagnetici e proporre all'Amministrazione comunale miglioramenti, piani di formazione e di comunicazione.

Il documento avrà una durata di 5 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caos autostrade: code anche in serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Costume e società

    Cosa vuol dire "stanco"? Storia di un "falso amico" genovese

  • Costume e società

    TikTok sbarca in Liguria con la campagna #tiraccontolitalia

Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento