Dall'Africa alla Liguria: il ritorno della genetta nel parco regionale

Lo ha rivelato l'assessore regionale Stefano Mai presentando un importate lavoro scientifico fatto dal dipartimento della Regione e dal Parco regionale delle Alpi Liguri. Lavoro che ha permesso di fotografare anche una volpe bianca. 

Foto da Facebook: Stefano Mai

Nel parco naturale regionale delle Alpi Liguri è tornata la genetta, un mammifero di origine africana che viene spesso confuso con il gatto selvatico. Lo ha rivelato l'assessore regionale Stefano Mai presentando un importate lavoro scientifico fatto dal dipartimento della Regione e dal Parco.

Lavoro che ha permesso di fotografare un esemplare di Genetta e anche una volpe bianca come testimoniano le foto pubblicate sul profilo social dell'assessore regionale. «Due risultati che ci confermano la ricchezza di biodiversità del nostro territorio - ha commentato entusiasta Mai».

La genetta è diffusa nell'Europa sud-occidentale, dove è stata introdotta dai Romani, nell'Africa settentrionale e subsahariana, nella penisola Arabica e nel vicino oriente.  Era stata avvistata per la prima volta nel parco della Liguria nel 2008, questa volta è stata anche fotografata testimoniando la sua presenza nel parco. Si tratta di un animale carnivoro difficile da individuare e da addomesticare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito da un'auto mentre cammina in Sopraelevata: morto sul colpo

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Tragedia a Rapallo, 32enne trovato morto per strada

  • Meteo, perturbazione in arrivo sulla Liguria

  • Acquario, morta la cucciola di lamantino

  • Sorpassa una volante dei carabinieri e li insulta

Torna su
GenovaToday è in caricamento