mobilità

Amt sperimenta il nuovo bus elettrico che si ricarica durante la marcia

Il Crealis di Iveco adotta il sistema “in motion charging” sfruttando batterie elettriche che vengono ricaricate quando il veicolo procede agganciato alla rete aerea

È stato avvistato nei giorni scorsi per le strade del centro, dove resterà sino a venerdì 7 febbraio, il bus Crealis di Iveco, un nuovo mezzo che Amt sta sperimentando in città per testare le performance dei nuovi sistemi di trasporto elettrico veloce di ultima generazione e raccogliere dati da utilizzare per migliorare a modernizzare la flotta in servizio.

Il Crealis di Iveco, che nel 2019 ha ricevuto il premio “Sustainable Bus Award 2019” nella categoria Urban, presenta caratteristiche sulla trazione particolari. Adotta infatti il sistema “in motion charging” sfruttando batterie elettriche che vengono ricaricate durante la marcia, quando il veicolo è agganciato alla rete aerea. Il bus può quindi sia circolare attaccato alla rete aerea, sia essere sganciato e procedere sfruttando l’energia accumulata durante il percorso. 

I cinque giorni di sperimentazione sulle strade genovesi serviranno a verificare la manovrabilità e il funzionamento dei nuovi sistemi di ricarica, e a raccogliere informazioni e dati saranno i tecnici di Amt supportati da personale Iveco. 

Si tratta del settimo bus elettrico sperimentato da Amt sulle strade genovesi tra il 2018 e il 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amt sperimenta il nuovo bus elettrico che si ricarica durante la marcia

GenovaToday è in caricamento