menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sestri Ponente, alla Marina arriva il secondo "cestino mangiaplastica"

Il secondo Seabin arriva a un anno dall'installazione del primo: pompa fino a 25.000 litri d’acqua all’ora filtrando i rifiuti, microplastiche comprese

A un anno dall’installazione del primo, alla Marina di Sestri Ponente arriva il secondo “Seabin”, il cestino mangiaplastica promosso da Coop e LifeGate per combattere l’inquinamento nei nostri mari.

In totale saranno collocati 25 cestini in tutto nelle acque dei mari, fiumi, laghi di tutta Italia: dopo Genova Sestri Ponente seguirà il Lago Maggiore in Piemonte, Castiglione della Pescaia, Livorno, Brindisi, Milano, Trieste e Ravenna, attraverso un ideale virtuoso giro d’Italia che si concluderà nella stagione estiva 2021.

Il Seabin è un vero e proprio cestino che, galleggiando a pelo d’acqua e cattura i rifiuti che incontra, dai più grandi fino alle microplastiche, mentre una piccola pompa espelle l’acqua filtrata. È in grado di lavorare 24 ore su 24, sette giorni su sette, pompa fino a 25.000 litri d’acqua all’ora e necessita di interventi di svuotamento e pulizia.  Marina di Genova si è impegnata a svuotare il Seabin sino a dodici volte al giorno per ottimizzarne la raccolta e rendendo dunque le acque maggiormente pulite.

«Esprimo massimo apprezzamento per tutte le imprese che, come Coop, si impegnano per promuovere la sostenibilità e l’economia circolare - ha detto Matteo Campora, assessore all’Ambiente del Comune di Genova - attraverso progetti che attivano reti virtuose sul territorio. Un impegno che il Comune sostiene e condivide».

«Ritorniamo con piacere a Genova e alla Marina di Sestri Ponente visti i risultati raggiunti – ha aggiunto Renata Pascarelli, direttore Qualità Coop Italia - Abbiamo preso la decisione di rilanciare sia qui con un nuovo seabin che si aggiunge al precedente sia in altre località del nostro Paese con i 25 che alla fine saranno posizionati. Un ideale tour d’Italia fatto di azioni concrete volte a migliorare l’ecosistema delle nostre acque. Nel porto turistico di Marina di Sestri Ponente abbiamo trovato un alleato che ha saputo gestire con grande attenzione il primo Seabin e siamo confidenti che analogo lavoro sarà svolto da ora in avanti per un comune positivo interesse».

«Questa nuova installazione è pienamente coerente con il nostro impegno ambientale, fatto di azioni concrete - è stato il commento del presidente di Coop Liguria, Roberto Pittalis - migliorando le tecnologie delle nostre strutture negli ultimi otto anni abbiamo risparmiato 30.400 tonnellate di CO2 e ogni anno produciamo in proprio 400.000 kilowattora di energia nei nostri otto impianti fotovoltaici. Tra i nostri impegni c’è la sensibilizzazione dei Soci e dei consumatori all’adozione di comportamenti più sostenibili: il Seabin fa anche questo, perché ricorda a tutti noi quanto sia importante evitare di disperdere la plastica in mare».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento