Bicchieri 'Less Glass', edizione limitata e 80 kg di plastica risparmiata in 6 mesi

La cauzione di un euro che viene richiesta per i bicchieri LessGlass sarà devoluta infatti alla raccolta fondi destinata a sostenere le attività commerciali interessate dal crollo del ponte Morandi

Ai bicchieri di plastica riciclabile LessGlass, che da maggio scorso hanno sostituito i tradizionali bicchieri usa e getta in 12 locali del centro storico di Genova, si va ad aggiungere da venerdì 12 ottobre un'edizione limitata con il logo “Genova nel cuore”, con lo scopo di raccogliere fondi per i commercianti colpiti dalla tragedia del crollo di ponte Morandi.

La cauzione di un euro che viene richiesta per i bicchieri LessGlass, che consentono di consumare la propria bibita o il proprio cocktail anche fuori dal locale, sarà devoluta infatti alla raccolta fondi destinata a sostenere le attività commerciali interessate dal crollo del ponte Morandi.

Nei primi 6 mesi di utilizzo di LessGlass il numero è aumentato da tremila a seimila bicchieri, a cui si vanno ad aggiungere i tremila pezzi dell'edizione limitata con il logo di “Genova nel cuore”.

Il progetto di green economy, nato lo scorso maggio con l'obiettivo di ridurre la quantità di rifiuti non biodegradabili e inquinanti, per una maggiore vivibilità e sostenibilità ambientale, ha registrato in soli 6 mesi numeri importanti, ovvero circa 40mila i bicchieri di plastica usa e getta non dispersi nell'ambiente e oltre 80 chilogrammi di plastica risparmiata: LessGlass consente infatti di poter restituire il bicchiere in qualsiasi locale aderente al circuito, innestando un circolo virtuoso di raccolta e restituzione dei vuoti, con un vantaggio in termini di vivibilità e decoro, riducendo in maniera significativa il degrado dei bicchieri di plastica abbandonati in strada e azzerando il consumo della plastica stessa.

«Il bilancio di questa iniziativa è estremamente soddisfacente: questi bicchieri sono infrangibili, sicuri e oltre ad avere un'intrinseca valenza ambientale e commerciale - hanno commentato gli assessori Bordilli e Campora - nel caso dell'edizione ‘Genova nel cuore’, al termine della edizione limitata, andranno a sostenere i commercianti: un importante gesto che va a sostenere una delle realtà colpite dalla tragedia ossia il tessuto commerciale locale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra a casa tardi e litiga con la moglie, si scopre che era a spacciare

  • Temperature in picchiata, in Liguria arriva la prima neve

  • Sos freddo al parco canile Dogsville: come aiutare

  • Peggioramento in arrivo: l'allerta meteo diventa arancione

  • Razzismo contro bimbo disabile sul bus: «Me lo potete togliere?»

  • Scuole superiori: le migliori di Genova secondo la Fondazione Agnelli

Torna su
GenovaToday è in caricamento