life

Il robot genovese iCub muove i suoi primi passi

Primi passi di iCub, progetto dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. Il robot è riuscito a superare il "test dell'ariete", restando su un piede solo nonostante le spinte e le sollecitazioni di un ricercatore. Improvvisando persino una danza, con cui ha dimostrato la sua agilità

Nuovi progressi per iCub, il robot dell'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova, che è riuscito a stare in equilibrio su di una sola gamba anche mentre un ricercatore cercava di buttarlo a terra, superando il cosiddetto "test dell'ariete". Nonostante le sollecitazioni e le spinte ha improvvisato anche una danza, dimostrando tutta la sua agilità.

«Con questi progressi nell’equilibrio di iCub – sottolinea Giorgio Metta, direttore iCub Facility dell’Istituto Italiano di Tecnologia – abbiamo completato una fase fondamentale di sviluppo di questa tecnologia per farla uscire dai laboratori e renderla disponibile per l’uomo». 

Progettato come un bimbo di quattro anni, iCub è in grado di imparare e muoversi autonomamente. Il suo compito è assistere le persone anziane, prendendo oggetti o raccogliendoli da terra al posto loro. Inoltre avrà funzioni molto simili a quelli degli attuali smartphone.

«Il rilancio della nostra manifattura non può non considerare la robotica - aggiunge Roberto Cingolani, Direttore Scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia -, ambito in cui l’Italia tradizionalmente esprime un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale. Pensiamo che il nostro iCub sia oramai alla vigilia del debutto in società».

Il progetto iCub, iniziato nel 2004, non è ancora terminato. Ma, fanno sapere dall'Iit, potrebbe concludersi entro un anno e mezzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il robot genovese iCub muove i suoi primi passi

GenovaToday è in caricamento