Green

Bici e scooter elettrici, dal Comune contributi per chi acquista

Circa 220mila euro i fondi a disposizione per chi investe sulla mobilità green: i dettagli su come presentare la domanda

Dopo la presentazione del nuovo progetto per una pista ciclabile che colleghi Sampierdarena a Boccadasse, il Comune prosegue la sua campagna per una mobilità più “green” approvando una serie di incentivi dedicati a chi investe in particolare sull’elettrico.

Oltre 220mila i fondi messi a disposizione dalla Giunta comunale, che su proposta dell’assessore all’Ambiente, Matteo Campora, ha approvato una delibera che regolamenta la concessione di contributi per la realizzazione di interventi per il miglioramento della qualità dell’aria e per l’acquisto di mezzi a due ruote a emissioni zero come scooter elettrici e biciclette a pedalata assistita.

Come fare domanda

Le domande potranno essere presentate dal 15 dicembre 2017 al 31 maggio 2018, e i contributi saranno concessi secondo l’ordine di arrivo fino a esaurimento dei fondi disponibili, che ammontano ad euro 227.369 euro.

A beneficiare degli incentivi possono essere i cittadini maggiorenni residenti nel Comune di Genova alla data di pubblicazione del bando, con il limite di un contributo per ogni nucleo familiare, mentre restano escluse dal contributo le imprese,  comprese quelle rivenditrici dei veicoli.

Come si articola il contributo

L’entità del contributo, a copertura della spesa sostenuta dai cittadini beneficiari per il solo acquisto del veicolo compresa l’Iva, ma esclusa ogni altra tipologia di spesa (spese di spedizioni, commissioni bancarie, ecc. e relativa Iva), è così definita:

Per acquisti senza rottamazione:

- acquisto motorino elettrico euro 800

- acquisto e-bike euro 400

Per acquisti con rottamazione di motorini euro 0 intestati al richiedente o a un membro del suo nucleo famigliare:

- acquisto motorino elettrico euro 1000

- acquisto e-bike euro 500

I contributi non sono cumulabili con ulteriori agevolazioni statali, regionali o con incentivi erogati da altri enti o amministrazioni per il medesimo acquisto, e non potranno in alcun caso superare il 50 % della spesa sostenuta per l’acquisto dei mezzi.

Documenti da presentare

Ai fini dell’erogazione del contributo i richiedenti (o loro delegati) dovranno presentare al Comune di Genova:

1. Domanda di erogazione del contributo (utilizzando il modulo scaricabile anche dal sito internet www.comune.genova.it) in marca da bollo di 16 euro; 

2. copia del documento di identità (fronte e retro) del soggetto che ha firmato la richiesta di contributo;

3. eventuale delega, con fotocopia del documento di riconoscimento del delegante.

Entro 60 gg dalla presentazione della domanda, al fine del perfezionamento della stessa e pena la decadenza, si dovrà presentare documentazione dell’avvenuto acquisto del mezzo. La domanda dovrà essere presentata secondo le modalità che verranno riportate nei prossimi giorni sulla pagine internet del Comune di Genova.

Ispezioni e controlli

Nei 2 anni successivi all’acquisto del veicolo, il Comune potrà disporre controlli, a campione, richiedendo di portare il mezzo acquistato all’indirizzo indicato nella comunicazione di controllo per la verifica del possesso del mezzo oggetto di contributo.

«Il tema della qualità dell’aria è un aspetto purtroppo sempre critico per la maggior parte delle grandi città europee - ha commentato l’assessore Campora - Possiamo agire sulla limitazione e riduzione delle emissioni degli impianti termici, e già lo facciamo con circa 15 mila controlli all’anno e con progetti, più complessi e a lungo termine, che hanno l’obiettivo della riqualificazione energetica della maggior parte degli edifici pubblici. Stiamo proseguendo anche nel percorso di elettrificazione di parte delle banchine del porto e al severo controllo delle emissioni delle industrie».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bici e scooter elettrici, dal Comune contributi per chi acquista

GenovaToday è in caricamento