Università e fase 2, cosa cambia: lezioni, esami, lauree, ricerca e tirocini

Le lezioni in aula sono sempre sospese, mentre sessioni d'esame e le sedute di laurea potranno essere svolte in presenza a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità

La fase 2 porta con sé alcune novità da tenere presenti anche in campo universitario.

Le lezioni in aula sono sempre sospese, mentre sessioni d'esame e le sedute di laurea potranno essere svolte in presenza a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione e che vengano adottate le misure organizzative di prevenzione e protezione indicate dal Dpcm del 26 aprile 2020.

Il Governo chiarisce che nel caso in cui non possa essere assicurata l’adozione di tali misure, ovvero in tutti gli altri casi in cui non si renda possibile la presenza degli studenti, si potrà ricorrere alle modalità a distanza, nel qual caso dovranno comunque essere assicurate le misure necessarie a garantire la prescritta pubblicità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cambiamenti sul fronte delle attività pratiche nel campo della ricerca e della formazione superiore come tirocini, attività di ricerca e di laboratorio sperimentale e/o didattico, ed esercitazioni. Queste attività infatti potranno ricominciare ad essere svolte in presenza a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione e che vengano adottate le misure organizzative di prevenzione e protezione indicate dal Dpcm del 26 aprile 2020. Nel caso in cui non possa essere assicurata l’adozione di tali misure, ovvero in tutti gli altri casi in cui non si renda possibile la presenza degli studenti e/o ricercatori, si potrà ricorrere, ove possibile, anche alle modalità a distanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In quale caso i genitori possono stare a casa per seguire la quarantena del figlio?

  • L'Università di Genova conferisce il suo primo Dottorato Honoris Causa a Domenico Palombo

  • Università: aumentano gli iscritti, ma non abbastanza per colmare il gap con l’Europa

  • UniGe per i campioni 2020-21: come accedere al programma per gli studenti sportivi

  • L'Università di Genova presenta il Bilancio di sostenibilità

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento