rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Scuola

Gli studenti del Deledda di Genova vincono la finale territoriale di Impresa in Azione

Più di 1860 studenti delle scuole superiori del territorio hanno presentato alla giuria le proprie mini-imprese

Sì è tenuta ieri la finale territoriale di Impresa in Azione, il programma di educazione all’imprenditorialità di Junior Achievement Italia, accreditato al MI, che ha coinvolto oltre 1860 studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Friuli Venezia Giulia, Liguria, Veneto e Piemonte.  I ragazzi e le ragazze hanno presentato le loro idee durante un evento virtuale che ha visto vincitori gli studenti e studentesse dell’Istituto Malignani di Udine, della Deledda Internation School di Genova e dell’Istituto Statale A. Monti di Asti.

In quest’anno difficile per il mondo della scuola, caratterizzato dalla didattica a distanza, gli alunni non si sono arresi, partecipando con ancor più determinazione, creatività e interesse a questa iniziativa che gli coinvolge nella creazione di mini-imprese di cui curano la gestione in tutti i suoi aspetti: dal concept di un’idea al suo lancio sul mercato. Focus di questa edizione sono state le materie STEAM, acronimo che comprende oltre a Scienza, Tecnologia e Matematica anche la A di Arts, e la sostenibilità. Il digitale è ormai non solo parte della nostra quotidianità, ma anche motore di sviluppo e fattore differenziante per le imprese nel periodo post-pandemia. Accanto alla competenza digitale, fra le skill più richieste alle persone che si affacciano al mondo del lavoro, vi è però la propensione alla sostenibilità. Oltre ai cosiddetti “green jobs” che stanno nascendo, in particolare nel settore delle utilities, in un mondo in cui non è più possibile ignorare i cambiamenti climatici e le nostre responsabilità nei confronti dell’ambiente, a tutti i lavoratori, in tutti i settori, viene chiesto di possedere una particolare attenzione per queste tematiche.

Insegnanti e Dream Coach – manager d’azienda volontari – hanno potuto guidare i ragazzi nello sviluppo del loro progetto anche a distanza, grazie alla forte expertise maturata negli anni da Junior Achievement nell’ambito della didattica digitale, nella quale riesce a mantenere una forte componente esperienziale e di coinvolgimento diretto anche con la mediazione della tecnologia.

Gli studenti della classe 4 LSA C dell’Istituto Malignani di Udine con la mini-impresa “SMOKELOCK JA”, della classe 4 DPI della Deledda International School di Genova con la mini-impresa “Aion JA” e della classe 4 EA del Liceo economico sociale dell’Istituto Statale A. Monti di Asti con la mini-impresa “Ideas To Protect JA”, durante l’evento virtuale realizzato anche grazie al contributo tecnico di Coderblock, hanno convinto la Giuria composta dagli esperti di A_Major, Arrow Global, Bloomberg, CCIAA delle Riviere, CCIAA Pordenone e Udine, Confesercenti Genova, CITI, EY, Incubatore 2i3t, MESA, Progettiamoci Il Futuro – Aliseo, Studio Corti commercialisti, USR Friuli – Venezia Giulia, VISES Onlus.  

Le mini-imprese vincitrici:

Smokelock JA – Smokelock si è posta l’obiettivo di dissuadere le persone non solo dal fumo ma anche dalla nicotina, e per far ciò ha creato un particolare erogatore di sigarette poco più grande di un pacchetto standard che permette di far fuoriuscire una sigaretta per volta, a orari prestabiliti in modo tale da ridurre gradualmente il consumo. Il team ha colpito la giuria poiché ha presentato un prodotto innovativo con una forte valenza sociale sviluppandolo con grande accortezza da un punto di vista tecnico anche rispetto alle normative che caratterizzano questo particolare settore. Ha inoltre costruito un business plan dettagliato e un logo che richiama direttamente alla funzione del prodotto.

Aion JA – Aion JA nasce con l'intenzione di creare un indumento urban eco-sostenibile creato da materiali di scarto riciclabili e non inquinanti, in modo tale da creare una catena di altri capi urban che vadano a salvaguardare l’ambiente. La giuria ha scelto questa mini-impresa per la cura nei dettagli dell'idea e l'efficacia della presentazione. L'idea presenta inoltre molte potenzialità, fra cui la riduzione dei consumi e degli sprechi, la possibilità di diventare un prodotto scalabile a livello globale, la fattibilità economica.

Ideas To Protect JA – Ideas To Protect JA ha ideato un dispositivo di protezione che è in grado di segnalare il proprio limite di utilizzo. Grazie all'applicazione sulla mascherina di una capsula contenente dei cristalli di silice che dopo un lasso di tempo variano di colore è possibile sapere quando cambiare il dispositivo. La giuria ha scelto questo progetto per l’originalità della soluzione proposta che partendo da esigenze contingenti traguarda anche un’applicazione in diversi contesti (non solo legato alla pandemia) a cui si associa un potenziale di mercato a livello internazionale.

La giuria ha, inoltre, voluto dedicare una menzione particolare alla mini-impresa “Spezia in circolo” dell’Istituto tecnico Cardarelli CAT (La Spezia) per l'originalità dei contenuti e l'offerta turistica innovativa, l'attenzione al territorio, la cura e la passione nel raccontare la propria provincia in maniera originale. Alla mini-impresa Hydroponic Solutions JA dell’ISS Don Bosco di Borgomanero (Novara) è andata invece la menzione speciale “Intraprendere per Crescere” per l’attenzione ai temi della sostenibilità del progetto non solo dal punto di vista economico, ma anche all’ambiente e all’impatto sociale sul territorio. La menzione speciale Most Innovative Product, infine, è stata assegnata a SleepBudz, dell’Istituto Malignani di Udine, che ha evidenziato qualità non comuni nella capacità di sviluppare un prodotto innovativo in un mercato che presenta numerosi concorrenti diretti e indiretti.

Grazie agli innovativi progetti presentati, i team vincitori accederanno ora alla finale nazionale del 3 giugno, che si terrà in parte dal vivo e in parte online, in cui incontreranno gli studenti delle altre sfide territoriali e verrà assegnato il titolo di Migliore Impresa JA 2021. La classe vincitrice avrà inoltre l’opportunità di rappresentare l’Italia a livello europeo nella JA Europe Company of the Year Competition.

«Confrontandosi con i vari aspetti della gestione di un’impresa gli studenti che partecipano a questa iniziativa acquisiscono una serie di competenze che potranno poi spendere nel mondo del lavoro, indipendentemente dalla posizione o dal settore che sceglieranno - ha dichiarato Antonio Perdichizzi, presidente di JA Italia -. Quest’anno siamo particolarmente orgogliosi dei progetti presentati, perché i ragazzi hanno dimostrato di avere una capacità in più che sarà fondamentale nel mondo post-pandemia: l’ottimismo nei confronti del futuro. Abbiamo visto dei giovani che anziché cedere alle circostanze poco favorevoli che li circondano, hanno voglia di innovare, pensare fuori dagli schemi, trovare delle soluzioni ai problemi e non vediamo l’ora di scoprire cosa riusciranno a realizzare in futuro».

Impresa in azione è il più diffuso programma di educazione imprenditoriale per tutte le tipologie di scuola superiore. Riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione come “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO)” e dalla Commissione Europea come “la più efficace strategia di lungo periodo per la crescita e l’occupabilità dei giovani”, in 18 anni ha coinvolto oltre 115 mila studenti italiani, 400 mila all’anno in tutta Europa.

In Liguria Impresa in azione è sviluppato grazie al prezioso contributo di Aliseo, CCIAA Riviere di Liguria, e a livello nazionale grazie ad ABB, Accenture, Arrow Global, Assolombarda, BNY Mellon, Campari Group, Citi Foundation, Coca-Cola HBC Italia, Credit Suisse, Duff&Phelps, EY, Fondazione Coca-Cola HBC Italia, Hp, Intel, Invitalia, LCA, ManpowerGroup, MoneyGram Foundation, MUFG, SAP, The Walt Disney Company Italia, Tree, UBS, Unicredit, Unioncamere e Zurich, e alla collaborazione di Amerigo, Associazione Italiana Dottori Commercialisti, Aurora, Elis e JA Alumni Italy.

Questa edizione digitale è stata resa possibile anche grazie al supporto del partner tecnico Coderblock, il mondo virtuale in 3D dedicato alle esperienze in remoto. Grazie alla scalabilità della sua tecnologia proprietaria in 3D, Coderblock è in grado di esplorare nuovi settori e opportunità di business in ambito digitale come ad esempio l’organizzazione di classi ed eventi virtuali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti del Deledda di Genova vincono la finale territoriale di Impresa in Azione

GenovaToday è in caricamento