Yarn Bombing: asta benefica a Palazzo Ducale

Ci sono simpatici animali di lana, pannelli realizzati all’uncinetto e con i ferri. E poi funghi, fiori, frutti, alberi e tanti altri oggetti colorati. I lavori del progetto “Intrecci Urbani – Yarn Bombing a Genova” vanno all’asta e il ricavato sarà devoluto all’Associazione Alzheimer Liguria che da oltre 20 anni sostiene i malati e i loro familiari con attività di informazione, tutela, assistenza e aiuto.

L’appuntamento – organizzato grazie al supporto di Casa d’Aste Cambi, Lions Club Vallescrivia e Sagep Editori – è per mercoledì 26 novembre alle ore 17.00 presso il Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale. I lavori saranno esposti già dalle ore 13.

Dopo la bellissima esperienza dell’edizione 2014 – 1300 persone coinvolte e la partecipazione dei 9 Municipi che hanno ospitato altrettante installazioni – la lana e il cotone che hanno colorato la città sono stati – dunque – “riciclati” e hanno dato vita a straordinari oggetti da collezione.

Lo yarn bombing, letteralmente “bombardamento di filati”, è una nuova forma d’arte che nasce negli Stati Uniti nel 2005. Si tratta di un movimento internazionale che colora le città “vestendo” di lana e cotone statue, alberi, panchine e arredi pubblici. Una street art contemporanea che si esprime attraverso le antiche tecniche del lavoro a maglia e che usa la città come una tela da decorare con originali lavori artigianali.

La partecipazione all’edizione 2014 è stata massiccia, 101 i gruppi di lavoro così suddivisi: 44 associazioni culturali e della terza età, 23 scuole e istituti di formazione, 9 biblioteche e centri civici, 6 istituti per anziani e 19 strutture di vario genere tra cui asili privati, centri ricreativi e socio-sanitari per anziani e disabili, centri di educazione al lavoro, un gruppo di detenute del Carcere di Pontedecimo, la Banca del Tempo e centri di servizi educativi. Molti di questi soggetti hanno donato i loro lavori anche per l’iniziativa benefica di mercoledì 26 novembre.

Il progetto è ideato dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Genova, con la direzione artistica di Emanuela Pischedda dell’Associazione culturale ColorInscena.

“Il progetto Intrecci Urbani, fortemente voluto dall’Amministrazione civica – ha detto Carla Sibilla, assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova – ha un significato non soltanto artistico-culturale. Il protagonismo delle associazioni e la partecipazione dei Municipi sono infatti aspetti decisivi per far giocare alla cultura un proprio ruolo di condivisione sociale e coinvolgimento del territorio. L’appuntamento di mercoledì 26 novembre con l’asta a favore dell’Associazione Alzheimer Liguria è una prova ulteriore di questa funzione irrinunciabile”.  

Ecco il programma della giornata:

- ore 13.00 - 17.00 esposizione dei manufatti che andranno in asta

- ore 16.00 proiezione del filmato "Yarn bombing al Porto di Genova - Intrecci Urbani" di Caterina Gatti 

- ore 17.00 - 19.00 asta a cura di Cambi Casa d'Aste

Saranno inoltre proiettati i video "Intrecci Urbani 2014" realizzati nei 9 Municipi cittadini da GhettUPtv 

L'Associazione Alzheimer Liguria riceve offerte in contanti o per assegno con rilascio immediato di ricevuta dell'avvenuto pagamento

L'asta e il catalogo sono gentilmente offerti da Cambi Case d'Aste, Lions Club Vallescrivia, SAGEP 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Staglieno delle meraviglie con il mio cucciolo": la visita guidata per chi ha un cane

    • solo oggi
    • 5 maggio 2021
    • Cimitero Monumentale di Staglieno
  • StraWoman: la Festa della Mamma si celebra con una grande corsa collettiva

    • dal 8 al 9 maggio 2021
  • Cinema aperti con il nuovo film di Woody Allen dal 6 maggio nelle migliori sale di Genova

    • dal 6 al 5 maggio 2021
    • Genova
  • Torna a Genova la Distinguished Gentleman's Ride: sfilata di moto per beneficenza

    • 23 maggio 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento