Tutto in 48 ore: Genova sceglie il suo vincitore

Dopo Roma e Viterbo, anche Genova ha il suo vincitore. La terza tappa di "Tutto in 48 Ore", lo show televisivo itinerante firmato Rai 5 e Global Vision Group Italia. Il giovane regista Davide Scovazzo (Pink Film) ha così convinto una giuria di grandi nomi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Dopo Roma e Viterbo, anche Genova ha il suo vincitore. La terza tappa di "Tutto in 48 Ore", lo show televisivo itinerante firmato Rai 5 e Global Vision Group Italia, giunto nel capoluogo ligure per tre interi giorni (dal 25 al 27 maggio) fra dirette TV, spettacolo ed eventi di intrattenimento, ha decretato la squadra che si è aggiudicata la sfida tra film maker. Il giovane regista Davide Scovazzo (Pink Film) ha così convinto una giuria di grandi nomi, formata da Andrea Rocco, presidente Genova Liguria Film Commission, Raffaella Grassi, critico cinematografico del Secolo XIX e Davide Canepa, regista documentarista. Al termine della premiazione è stato consegnato a Daniel Bozzo, facente parte della squadra eliminata nella competizione ligure, il premio "Tourtel" come attore più sorprendente.

A partire dal 4 giugno, l'epilogo della sfida di "Tutto in 48 ore" sarà trasmesso in seconda serata su Rai5, grazie alla conduzione dell'attrice Cecilia Dazzi e dello speaker radiofonico Claudio Guerrini. Nel programma che andrà in onda, i telespettatori potranno vedere i passaggi salienti della sfida, i momenti più curiosi e spettacolari del lavoro dei filmmaker, mentre una giuria qualificata valuterà i cortometraggi e sceglierà il vincitore assoluto della tappa.

Lo show darà l'occasione ai giovani filmmaker di tutta Italia di farsi conoscere a livello internazionale. Ogni squadra potrà contare, per realizzare il corto, solo sulla sua creatività, sul supporto della città, su quello del suo "tutor" e sul grande mondo della Rete che supporterà le squadre attraverso il web ed i social media. I due tutor che hanno partecipato alla tappa di Genova sono Elda Alvigni e Ignazio Oliva.

Ora Tutto in 48 ore, dopo Genova, sarà ancora a Torino, Mantova, Senigallia, Vieste, Ischia, Reggio Calabria e Agrigento, con una finalissima a luglio in cui si tornerà nella Capitale. La vittoria italiana sarà il passe-partout per partecipare alla finale mondiale di "The 48 Hour Film Project", che si tiene ogni anno negli Stati Uniti, per il Festival di Cannes nella sezione "Short Film Corner" e, soprattutto, per la possibilità di produrre un corto targato Rai Cinema.

Torna su
GenovaToday è in caricamento