Antonio e Cleopatra: Shakespeare tra teatro, video e musica alla Corte

  • Dove
    Teatro della Corte
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 18/03/2014 al 23/03/2014
    feriali ore 20,30 - domenica ore 16 – lunedì riposo
  • Prezzo
    25,00 euro (1° settore), 17,00 euro (2° settore)
  • Altre Informazioni

Debutta martedì 18 marzo (ore 20,30) al Teatro della Corte Antonio e Cleopatra di William Shakespeare. Repliche fino a domenica 23 marzo.

Prodotto da Teatro Stabile di Napoli, Fondazione Campania dei Festival - Napoli Teatro Festival Italia e Arena del Sole - Nuova Scena - Teatro Stabile di Bologna, Antonio e Cleopatra  (qui nella versione italiana di Gianni Garrera) è interpretato, nei ruoli principali, da Luca Lazzareschi e Gaia Aprea, a cui si affiancano, Stefano Ferraro, Serena Marziale, Paolo Cresta, Giacinto Palmarini, Alfonso Postiglione, Federica Sandrini, Gabriele Saurio, Paolo Serra ed Enzo Turrin; partecipazione in video di Eros Pagni e del corpo di ballo del Teatro San Carlo. Adattamento e regia sono di Luca De Fusco, le scene di Maurizio Balò e i costumi di Zaira de Vincentiis, disegno luci di Gigi Saccomandi, musiche originali di Ran Bagno, suono di Hubert Westkemper e coreografie di Alessandra Panzavolta.

Shakespeare tra teatro, video e musica. Proseguendo nella ricerca estetica avviata lo scorso anno con l’Antigone di Valeria Perrella, il regista Luca De Fusco mescola i linguaggi e le diverse tonalità audiovisive anche in questa sua personale lettura di Antonio e Cleopatra, per restituire in forma intima, in un gioco tra reale e virtuale, la dimensione fondamentalmente antirealistica e iperbolica del testo che Shakespeare scrisse negli anni della sua piena maturità.

De Fusco punta direttamente sulla storia d’amore tra il triumviro romano Antonio e la regina d’Egitto Cleopatra, immergendola sin dall’inizio in una atmosfera che prelude al suo tragico esito. Richiamato a Roma dalla morte della moglie, Antonio viene convinto da Ottaviano a sposare sua sorella Ottavia, la qual cosa suscita la rabbiosa gelosia di Cleopatra, che Antonio si affretta però a placare facendo ritorno in Egitto. Incrinati ormai definitivamente i rapporti con Ottaviano, lo scontro tra i due ex triumviri diventa inevitabile. E la sconfitta di Antonio travolge anche l’amore tra i due protagonisti, i quali, pur in tempi e con modalità diversi scelgono di darsi la morte, sognando di potersi ricongiungere nell’aldilà.

Mercoledì 19 marzo alle ore 17,30 nel foyer del Teatro della Corte, per il ciclo “Conversazioni con i protagonisti”, realizzato in collaborazione con l’Associazione per il Teatro Stabile di Genova, Gaia Aprea e Luca Lazzareschi con gli attori della Compagnia incontrano il pubblico genovese. Conduce Umberto Basevi. L’ingresso è libero.

Per Antonio e Cleopatra – in scena alla Corte da martedì 18 a domenica 23 marzo 2014 - sono validi tutti gli abbonamenti (Fisso, Libero e Giovani), oltre che le consuete agevolazioni per studenti e gruppi organizzati in collaborazione con l’Ufficio Rapporti con il Pubblico.

Info:  010/5342300  www.teatrostabilegenova.it  info@teatrostabilegenova.it  www.genovateatro.it

orari: feriali ore 20,30 - domenica ore 16 – lunedì riposo

prezzi: 25,00 euro (1° settore), 17,00 euro (2° settore)

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Quinto al Mare: l'aristocrazia dei capitani": tour tra percorsi antichi, arte svelata, commercio e devozione

    • solo domani
    • 15 aprile 2021
    • Fermata AMT Europa 14 San Pietro - Linea 17
  • "Allerta Rossi", lo spettacolo online per tutti i fan di Vasco Rossi

    • Gratis
    • 16 aprile 2021
    • Facebook Watch
  • "Genova città fragile": c'è tempo fino a maggio per partecipare alla call

    • Gratis
    • dal 9 febbraio al 11 maggio 2021
  • "Dar corpo al corpo": la mostra alla Wolfsoniana di Nervi

    • Gratis
    • dal 4 febbraio al 26 settembre 2021
    • Wolfsoniana di Nervi
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    GenovaToday è in caricamento